Milan-Rennes, Pellegatti: “Tra la rana e il bue, stiamo attenti” (ESCLUSIVA)

I più letti

Vigilia di Milan-Rennes: Carlo Pellegatti fa il punto ai microfoni di Radio Rossonera sugli avversari dello spareggio, sulle favorite della competizione e lancia un messaggio sul discorso campionato

In esclusiva sul canale Youtube di Radio Rossonera al consueto appuntamento “Filo Rossonero”, le parole di Carlo Pellegatti alla vigilia di Milan-Rennes valido per l’accesso agli ottavi di finale di Europa League. Pellegatti si sofferma soprattutto sulle dichiarazioni di Pioli riguardo le favorite per la vittoria finale e precisa come la priorità sia, visti gli scenari in campionato, la competizione europea. Il Rennes è una squadra intensa e veloce, ma sicuramente possibile da affrontare per il Milan.

Velocità, intensità e verticalità: come il Milan può impensierire il Rennes

“Il Rennes è reduce da otto vittorie consecutive, sicuramente ha trovato una buona efficienza in entrambe le fasi di gioco e ha nella velocità e nella fisicità le sue armi migliori. Il Milan dal canto suo è di livello superiore e non deve avere paura dei Francesi, ma sarà necessario fare una partita attenta e ordinata. Per usare una metafora tennistica, dovrà “giocare di braccio”: utilizzare la propria maggior qualità tecnica per far correre e stancare l’avversario, punendolo nel momento in cui esso si scopre. Musah nei due in mezzo al campo mi sembra una scelta legittima, è sicuramente il nostro centrocampista di maggior corsa, utile nel fronteggiare gli avversari veloci.”

MILAN-RENNES, L’EX SIMONE: “ATTENZIONE A LUI! PIOLI OK, MA LE ALTERNATIVE”

Le favorite sono davvero Liverpool, Bayer Leverkusen e Atalanta?

“Sì, anche se per motivi diversi: il Liverpool è la più forte in assoluto, ma occhio ai numerosi impegni a cui deve far fronte (Premier League, Fa Cup e Carabao Cup). Il Bayer Leverkusen gioca un calcio magnifico, è in testa alla Bundesliga, ma ha sicuramente un appeal europeo inferiore, e questa cosa me li fa temere un po’ meno. L’Atalanta, invece, se gioca come sta facendo in questo periodo è il classico esempio di squadra davvero europea. intensa e qualitativa, molto pericolosa. Il Milan, però deve pensare a battere adesso il Rennes: un mancato passaggio del turno sarebbe un autentico fallimento e trasformerebbe la stagione in pienamente negativa”.

MILAN-RENNES, PIOLI CAMBIA ANCORA! RITORNO DA TITOLARE A CENTROCAMPO

Rimonta scudetto e obiettivo secondo posto?

“Del secondo posto mi interessa poco, per me il Milan questo campionato lo chiuderà terzo e un eventuale sorpasso ai Bianconeri non mi cambia nulla, voglio pensare all’Europa League. Per quanto riguarda la possibile rimonta, sicuramente non dipende solo da noi, ma non dobbiamo farci ingolosire oltremodo in caso di passi falsi dell’Inter. Il rischio è quello di fare come “la rana e il bue”, dove la rana beve sempre di più per diventare come il bue e poi scoppia. Ecco, cercare in tutti i modi un’insperata rimonta per poi uscire dall’Europa League e non centrare lo Scudetto, sarebbe un clamoroso errore.”

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate