Milan-Rennes, Furlani: “Pioli saldo in panchina! Giroud? La porta è aperta”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Il Milan esordisce in Europa League a San Siro contro il Rennes: le parole di Giorgio Furlani a pochi minuti dal calcio d’inizio

Il cammino del Milan in Europa League inizia con il Rennes. I rossoneri vivono un ottimo momento di forma, ma affrontano una squadra forse ancora più in palla, con 8 successi nelle ultime 8 partite. Il Milan, però, vuole dare continuità al successo contro il Napoli e onorare la seconda competizione europea, mai vinta dai rossoneri nella storia. A pochi minuti dal calcio d’inizio della sfida tra Milan e Rennes, Giorgio Furlani ha parlato ai microfoni di Sky Sport. Il dirigente rossonero non si è fermato a parlare solamente della partita, ma anche detto la sua sul futuro di Pioli e sui rinnovi di Maignan e Giroud.

MILAN-RENNES, PIOLI SPIEGA: “PER QUESTO HO SCELTO MUSAH E REIJNDERS”

Le parole di Giorgio Furlani

Sull’Europa League: “Mi aspettavo questa risposta, i nostri tifosi sono sempre calorosissimi, come sempre li ringrazio. Noi non abbiamo mai vinto la Coppa UEFA. Sportivamente quindi è importantissima, ci focalizzeremo su quello che cercheremo di onorare tutti i nostri tifosi e la competizione”.

Sul periodo del Milan e su Pioli: “Le statistiche le sappiamo. Solo in 5 hanno raggiunto le 100 vittorie sulla panchina del Milan e lui lo ha fatto mettendoci solo una partita in più di Ancelotti. La verità è che il mister ha fatto un percorso fantastico con il Milan. Il rapporto tra il mister e la dirigenza, il club, è assolutamente fenomenale. Lo ringraziamo sempre per quello che ha fatto finora. Lui è saldo sulla nostra panchina”.

GLI ADESIVI DEL MILAN, IL PADEL CON GIROUD E IL RENNES: MORGAN AMALFITANO RACCONTA

Sul campionato a 18 o a 20 squadre: “L’ho già detto in passato. Il calcio non è visto in Italia come un’industria e non è trattato come tale. Per questo non riusciamo a essere competitivi a livello europeo. Abbiamo fato la nostra battaglia sul decreto crescita e l’abbiamo persa. Ma al di là di quello ci sono altre regole e leggi che ci mettono in svantaggio rispetto al resto dell’Europa. Se non si lavora di sistema, a livello di istituzioni e di politica, non riusciremo mai a tornare in cima all’Europa, questa è la triste realtà”.

Sui rinnovi di Maignan e Giroud: “Olivier, come voi sapete, è arrivato qui con un contratto di due anni. Poi ha fatto talmente bene che è rimasto un altro anno e sta facendo ancora molto bene, cosa per cui lo voglio ringraziare. Forse è un po’ prestino, ma le prestazioni di Olivier le conosciamo tutti, la porta è aperta se lui vorrà rimanere ancora al Milan. Maignan è uno dei migliori portieri del mondo. È sotto contratto con noi per altri 2 anni e mezzo. Speriamo rimga a lungo”.

MILAN-RENNES, PELLEGATTI: “TRA LA RANA E IL BUE, STIAMO ATTENTI!” (ESCLUSIVA)

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate