Milan-Rennes, Florenzi: “Partita vera, seria. Devo fare una critica”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Un grande Milan mette le mani sulla qualificazione agli ottavi di finale battendo il Rennes 3-0: le parole di Florenzi

Un grande Milan mette una seria ipoteca sulla qualificazione agli ottavi di finale di Europa League battendo il Rennes 3-0 a San Siro nella gara di andata degli spareggi. L’approccio dei rossoneri è positivo fin da subito, e infatti la prima occasione è del Milan, che con Leao prende una traversa dopo pochi minuti. A sbloccare la gara è Loftus-Cheek, bravissimo a girare di testa sul pregevole cross di Florenzi. Il primo tempo termina 1-0 per gli uomini di Pioli. Nella ripresa l’approccio è ancora una volta ottimo, e il Milan raddoppia ancora con Loftus-Cheek. Su corner, Kjaer svetta sul primo palo. Mandanda compie un vero e proprio miracolo, ma l’inglese si avventa sulla respinta e di testa firma la personale doppietta. Pochi minuti dopo c’è gioia anche per Leao, che ritrova la rete su assist di Theo Hernandez. Nel secondo tempo il Milan riabbraccia anche Malick Thiaw, che torna in campo dopo l’infortunio che lo ha tenuto ai box per diversi mesi. Le parole di Alessandro Florenzi a Sky Sport al termine di Milan-Rennes.

MILAN-RENNES, LEAO: “CON THEO FACILE GIOCARE. SCUDETTO? DIFFICILE, MA NON IMPOSSIBILE”

Le parole di Florenzi

Sulla partita: “Siamo scesi in campo convinti e abbiamo fatto una partita vera, seria. C’è da dire che l’atmosfera sembrava quella dela Champions League. È ovvio che poi dobbiamo essere noi a portare in campo l’entusiasmo da trasmettere alla gente. Abbiamo fatto una bella partita. Potevamo fare un gol in più, che male non avrebbe fatto. Però ci siamo presi un buono scarto, anche se dovremo pensare di essere 0-0 quando scenderemo in campo lì”.

Sull’assist: “Mi piace fare assist. Ma l’importante è che la palla finisca dentro. Chi fa gol o assist viene sicuramente dopo”.

MILAN-RENNES 3-0, LE PAGELLE: LOFTUS-CHEEK BOMBER, SI SBLOCCA LEAO

Sulla fase di costruzione: “Siamo in tanti a saper giocare a calcio secodno me in questa squadra. Il fatto che sono stato un po’ più regista è stato dettato anche dalle scelte loro, che mi hanno lasciato più libero di agire. I movimenti di Loftus-Cheek e Pulisic hanno fatti sì che avessimo superiorità numeri lì. Per quello ho toccato molti palloni”.

Sulla Nazionale: “Io penso a fare il meglio per il Milan. È ovvio che la nazionale è sempre un pensiero per me. Devo dimostrare in campo quello che voglio meritarmi. Per il resto, penso che tutti sappiano quanto è importante per me la Nazionale. Può essere un obiettivo, ma io lavoro in silenzio come ho sempre fatto. Sarò sempre a disposizione per il Milan e per la Nazionale”.

MILAN-RENNES, LOFTUS-CHEEK: “MI SENTO BENE. VINCERE LA COPPA? POSSIAMO FARLO”

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate