Gli adesivi del Milan, il padel con Giroud e il Rennes: Morgan Amalfitano racconta

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Abbiamo chiesto a Morgan Amalfitano, ex centrocampista di Ligue1 e Premier League, di raccontarci il Milan, il Rennes, Maignan e Giroud (ex compagni di squadra)

Ospite d’eccezione ai microfoni di Radio Rossonera alla vigilia della sfida tra Milan e Rennes di Europa League: abbiamo fatto due domande a Morgan Amalfitano, ex centrocampista di Ligue1 e Premier League nonchè compagno di squadra di Mike Maignan (con la maglia del Lille) e di Olivier Giroud (Nazionale francese). Quando abbiamo scoperto che nutre una certa passione per i colori del Milan, non abbiamo esitato a farci due chiacchiere: chi passerà il turno di Europa League con il Rennes, sua ex squadra? Come sono Maignan e Giroud lontani dal campo?

Amalfitano e gli adesivi del Milan

Tre domande e tre risposte (e un pronostico) con Morgan Amalfitano, ex centrocampista da 253 presenze in Ligue1, 52 in Premier League e 9 in Champions League.

MILAN-RENNES, PELLEGATTI: “TRA LA RANA E IL BUE, STIAMO ATTENTI!” (ESCLUSIVA)

Sappiamo che sei un grande appassionato di Milan. Come e quando è nata questa tua passione? “Quando ero all’Ace Cannes, nelle categorie inferiori, giocammo una partita contro il Milan e all’epoca li vedevamo come piccoli professionisti… subito dopo attaccai gli adesivi del Milan sull’auto dei miei genitori, una Renault 5 rossa”.

Domani il Milan giocherà contro il Rennes che è stata la tua ultima squadra in carriera. Ci racconti un po’ l’attuale squadra del Rennes? Chi e cosa deve temere il Milan? “Non ho seguito abbastanza per dirvi in ​​che stato di forma è la squadra, ma so che è una squadra che non ha paura di fare il proprio gioco con una gioventù spensierata. Direi che il Milan deve stare attento lo stesso”.

Nella tua carriera hai giocato sia con Giroud che con Maignan. Puoi raccontarci qualche aneddoto per farli conoscere più come persone che come giocatori? “Vi racconto che quando sono arrivato a Lille, Mike Maignan era infortunato e mi ha gentilmente lasciato il suo armadietto al centro di allenamento. Olivier l’ho incontrato invece in Nazionale, con la Francia… Poi l’ho incontrato di nuovo nel sud della Francia dove vivo, vicino a Cannes. Lì abbiamo giocato a padel e… l’ho battuto!”.

Chi passa il turno tra Milan e Rennes? “Milan!”.

Photocredits: IMAGO / Gonzales Photo / SOPA Images

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate