Milan, Reijnders nella top XI di Marinozzi: “Fonseca lo lasci libero di esprimersi”

I più letti

In diretta nello studio di SkySport, Andrea Marinozzi ha messo Reijnders nella sua top XI degli ottavi di finale: per il telecronista al Milan Fonseca lo dovrà lasciar libero di esprimersi

Il telecronista di SkySport Andrea Marinozzi ha fatto la sua personale top XI degli ottavi di finale degli Europei. Oltre a Theo Hernandez, del Milan presente anche Tijjani Reijnders, sempre più positivo nella formazione olandese. Secondo il telecronista Fonseca non dovrà dargli troppe informazioni, ma semplicemente lasciarlo libero di esprimersi, favorendone così il costante processo di crescita.

Testa alta e qualità

Europeo in costante crescita, con numeri e prestazioni sempre più convincenti, per Tijjani Reijnders. Il centrocampista del Milan sta prendendo in mano le redini della mediana olandese, tanto da essere stato inserito nella top XI di Andrea Marinozzi degli ottavi di finale dell’Europeo. A specifica domanda sui compiti di Fonseca sul numero 14, il telecronista risponde così: “Indipendentemente dall’allenatore, l’impressione nel guardare Reijnders è che sia in costante crescita. Fonseca deve lasciarlo libero di continuare a crescere perché i limiti dimostrati all’Az Alkmarr li ha già cancellati in parte, anche se è ancora un po’ troppo frenetico nella finalizzazione”.

Marinozzi si sposta poi sull’evoluzione in campo del centrocampista, arretrato da trequartista a mediano nel corso dei match: “Se analizziamo questo Europeo, la prima idea era quello di utilizzarlo più in fase di rifinitura come nella prima partita, ma il problema è che le palle non arrivavano lì, Veerman e Schouten in nazionale fanno fatica. Allora lo ha abbassato e ieri ha giocato una partita estremamente verticale. Gioca sempre a testa alta, è elegantissimo e ha un’ottima visione di gioco, quindi credo che in un momento di grande difficoltà per l’Olanda lui sta emergendo e togliendo problemi a Koeman e ieri è stata la sua partita migliore”. Marinozzi torna poi sui compiti del prossimo allenatore rossonero, ammettendo cheFonseca deve lasciarlo libero di esprimersi, poi sicuramente nelle letture difensive può ancora migliorare”.

Ultime news

Notizie correlate