“Hanno scelto loro! È stato lunedì”: Milan-PSG, quanti retroscena!

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Il quotidiano ci immerge nel pre e nel post di Milan-PSG: spuntano diversi interessanti retroscena

Una partita che resterà quantomeno nella storia recente di questo Milan di Stefano Pioli, che sembrava essere alle corde dopo la brutta prestazione di sabato sera e che, invece, si è rialzato contro l’avversario più difficile: il PSG. Nel giro di pochi giorni il pubblico di San Siro ha visto una squadra a due volti, ma cos’è cambiato? Prova a spiegarlo La Gazzetta dello Sport, che sottolinea qualche retroscena avvenuto sia prima che dopo il match.

(VIDEO) MILAN-PSG, IL GESTO DI LEAO CHE HA COMMOSSO TUTTI

Parole, parole, parole… prima e dopo i fatti

Si parte dalle parole della vigilia, quando Mike Maignan in conferenza stampa parla con sguardo truce, quello di chi (in rappresentanza della rosa) vuole dimostrare molto di più rispetto a quanto fatto nell’ultima apparizione. Il portiere rossonero, come scrive la rosea, non si è seduto affianco a Pioli per scelta territoriale (le parole di un francese prima della sfida ai campioni della Ligue1) ma per “una precisa volontà del giocatore”. E lo stesso vale per Theo Hernandez. “Il lavoro con Pioli a Milanello, con il gruppo unito e lontano dalle sollecitazioni del mondo esterno, ha restituito gioco e spirito alla squadra: è quanto aveva previsto Maignan a ventiquattro ore dalla partita e ciò che ribadito Hernandez nel post gara. Entrambi si sono presentati spontaneamente alle telecamere per dichiarare la loro vicinanza, e quella dei compagni, all’allenatore”.

DI STEFANO: “MILANELLO COL SORRISO! DUE NOTIZIE E PIOLI FELICE EXTRA-CAMPO”

Tra Furlani e Pioli

Si passa al post gara, sul quale Alessandra Gozzini scrive: “Dopo la vittoria allenatore e AD si sono incrociati nel tunnel che porta verso gli spogliatoi: Pioli usciva per concedersi un po’ di relax prima delle interviste e dopo un momento di nervosismo (o una scarica di adrenalina…), Furlani mentre stava salendo sul campo per complimentarsi con i giocatori”.

Poi, analizza e spiega il video diventato presto virale del tecnico del Milan che se la prende con i propri collaboratori appena dopo il fischio finale. “Nervoso per il grande successo sul Paris? Non torna. A chi gli è vicino ha parlato di uno sfogo, derivato dell’adrenalina ancora in circolo… Infatti ecco poi gli abbracci negli spogliatoi, anche più stretti del solito, a tutto il suo gruppo”.

Ma in fondo, cos’è cambiato in pochi giorni per mettere in campo due prestazioni così differenti?

“La vittoria di martedì sera inizia nella riunione tecnica del lunedì. Non il giorno dopo la sconfitta con l’Udinese, è nell’ultimo vero faccia a faccia della vigilia, che il Milan si è rialzato. Tutti allo stesso modo, e Pioli un po’ di più come primo responsabile, erano rimasti colpiti dalla contestazione seguita alla sconfitta”.

GARLANDO: “PIOLI HA AZZECCATO TUTTO! LEAO, OCCHIO A DUE FOTOGRAMMI”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate