Milan-PSG, Calabria: “Ecco cosa ci siamo detti in spogliatoio sabato”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Grande successo del Milan, che ottiene i suoi primi 3 punti in Champions League battendo il PSG: le parole di Davide Calabria a fine partita

Meraviglioso successo del Milan di Stefano Pioli, che si impone per 2-1 contro il PSG e porta a casa i primi 3 punti della sua stagione in Champions League. Prestazione corale degli uomini di Stefano Pioli, che giocano una gara a ritmi altissimi fin dai primi minuti. Nonostante l’ottimo avvio, la prima rete è degli ospiti su una dormita difensiva dei rossoneri su azione da corner. Dopo una spizzata sul primo palo, infatti, Skriniar si trova liberissimo sul secondo palo e riesce agevolmente a depositare in rete l’1-0 PSG. Il Milan però non si fa spaventare e continua a fare la sua partita, trovando pochi minuti dopo la rete dell’uno a uno con un pregevolissima rovesciata di Leao. La pressione del Milan prosegue anche nella ripresa e Olivier Giroud trova la rete del meritato vantaggio con una delle sue incornate su cross di Theo Hernandez. Nel finale il PSG spinge e schiaccia il Milan nella sua trequarti, alla ricerca del gol del pari. I rossoneri, però, resistono e portano a casa una vittoria a dir poco fondamentale. Al termine della sfida, Davide Calabria ha parlato della partita ai microfoni di Sky Sport.

MILAN-PSG, PIOLI: “LEAO? QUESTO PUÒ ESSERE IL SUO STANDARD”

“Ci siamo guardati in faccia e abbiamo parlato”

Sulla partita:Volevamo questo. Siamo davvero unito. Ci siamo guardati in faccia in questi giorni e abbiamo parlato. Soprattutto nei risultati, più che nelle prestazioni, ci è mancato qualcosa recentemente. E quale miglior partita di questa per dimostrare a noi stessi in primis e poi a tutti i tifosi che cosa siamo. Ci siamo meritati la vittoria”.

Sul momento del Milan:Cosa ci siamo detti in spogliatoio sabato? Non c’è stato nulla di particolare, solo un confronto normale in un periodo non ottimale. Non dobbiamo farci abbattere da quello che ci sta intorno. Il calcio è un po’ così, non c’è equilibrio, ma tanti alti e bassi. Chi è qui da tanto tempo lo sta: la pressione di indossare questa maglietta è molta, non è facile da gestire. Ma dobbiamo andare avanti a lavorare come stiamo facendo. Ci siamo guardati in faccia e ci siamo detti che serviva qualcosa in più per uscire insieme da questa situazione. E in questa gara lo abbiamo fatto. C’è stato un atteggiamento che ha fatto bene a tutti”.

MILAN-PSG 2-1, LE PAGELLE: LEAO INGIOCABILE, BENTORNATO RUBEN

“Così si difende su Mbappé”

Su Mbappé:Come si difende su Mbappé? È solo questione di tantissima attenzione. Nel primo tempo, lo ammetto, me lo sono perso 5 secondi e lui mi partito dietro le spalle. Pensavo dosse in fuorigioco, ma non lo era. È un giocatore che ti tiene sulle spine tutta la partita. È eccezionale, ha una forza e una mentalità che davvero è incredibile. Ma devo dire che è stato una lavoro di squadra, con anche il centrocampo e Tomori che mi hanno aiutato”.

MILAN, GOL E POLEMICHE: CON CHI CE L’AVEVA LEAO?

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Milan PSG

Ultime news

Notizie correlate