il 13/02/2024 alle 16:24

Milan, come vanno i tuoi 15 prestiti? De Ketelaere al top, altri un po’ meno

1 cuore rossonero

Tra prima squadra e Primavera, il Milan ha 15 giocatori lontani da Milanello: come sta andando la stagione dei prestiti?

Il Milan ha chiuso il calciomercato invernale con una sola entrata, il classe 2003 Filippo Terracciano, ma ha proseguito il suo lavoro con una fitta rete di prestiti con diritto od obbligo di riscatto, volti a far crescere i propri giovani e che in alcune occasioni hanno dato buonissimi frutti: basti pensare all’esplosione di De Ketelaere e alla continuità di Saelemaekers e Nasti, tre tra gli ultimi volti che hanno lasciato Milanello.

Tra prima squadra e Primavera, il Milan ha 15 giocatori lontani da Milanello: come sta andando la stagione dei prestiti?

Colonia belga: De Ketelaere, Saelemaekers, Origi

Da dove partire se non da Charles De Ketelaere, il quale ha trovato a Bergamo il suo ambiente ideale: sotto la sapiente guida di Gian Piero Gasperini il belga è diventato un punto fermo dell’Atalanta anche in fase realizzativa, basti pensare all’ultima rete segnata contro il Genoa o alla doppietta alla Lazio. Il suo rendimento conta 27 partite disputate (21 in Serie A, 4 in Europa League e 2 in Coppa Italia), 10 gol e 7 assist nel complesso. In estate, l’Atalanta può esercitare il diritto di riscatto ad una cifra concordata di 23 milioni di euro (con diversi bonus).

Alti e bassi per il connazionale Alexis Saelemaekers, il quale però rimane sempre una pedina importante per il Bologna e per il gioco di Thiago Motta. Spesso schierato sulla fascia opposta rispetto a quando vestiva la maglia rossonera, ha giocato 19 partite (17 di Serie A e 2 di Coppa Italia), servito un assist e ha anche trovato la sua prima rete in maglia rossoblu nella recente sfida interna contro il Sassuolo. Come per l’ex compagno, il Bologna può decidere di riscattare Saelemaekers per circa 9 milioni di euro in estate.

L’EX MILAN TUONA: “DE KETELAERE, PIOLI SCONFITTO! NON PUO’ AVERLO FATTO”

Notte fonda invece per Divock Origi: il belga nella sua esperienza con la maglia del Nottingham Forest ha preso parte finora solamente a 11 partite (10 di Premier e 1 di FA Cup) e segnando una sola rete. L’infortunio del compagno di reparto Wood potrebbe essere l’occasione per potersi riscattare.

Milan, gli altri prestiti dalla prima squadra

Come per Origi, anche l’esperienza inglese di Ballo Tourè non è stata fin qua delle più esaltanti: solo 7 presenze in maglia Fulham (5 di Premier League e 2 in Carabao Cup) in cui è sceso in campo complessivamente (e solamente) per 212 minuti.

Il Milan ha anche pensato di fortificare i prodotti del suo settore giovanile che erano già entrati nel giro dei titolari in rossonero: stiamo parlando dei prestiti di Colombo, Maldini, Lazetic, Vasquez, Pellegrino, Romero e Chaka Traoré.

Mandato al Monza per farsi le ossa, Lorenzo Colombo ha preso parte a 20 partite, mettendo a segno 3 reti e servendo 1 assist. Sempre schierato tra i titolari nella prima parte di stagione, ha trovato qualche difficoltà durante gli impegni stagionali dell’anno nuovo dove è sceso in campo per alcuni sprazzi di partita o addirittura rimanendo in panchina. Lasciato Milanello quest’estate per l’Empoli, Daniel Maldini si è “riavvicinato” a casa con il suo trasferimento al Monza a gennaio (dove ha ritrovato Colombo): con la maglia dell’Empoli è sceso in campo 7 volte, con i brianzoli in una sola occasione; il suo tabellino non conta (ancora) né gol né assist.

Molto complessa si sta rivelando l’esperienza di Marko Lazetic al Fortuna Sittard: per lui, pochi sprazzi di match (8 in totale) in cui non ha realizzato nessun gol. Lo stesso vale per Devis Vasquez che ha lasciato il Milan in estate per trasferirsi prima in una squadra e poi cambiandola a gennaio: lo Sheffield Wednesday lo aveva preso in prestito facendolo giocare 10 partite, l’Ascoli l’ha riportato in Italia ma ancora non ha preso parte a nessun match.

Durante la finestra di calciomercato invernale, il Milan ha proseguito con la politica dei prestiti per far mettere minuti nelle gambe dei suoi giocatori più giovani. Approdato a Salerno durante la finestra di mercato invernale, Marco Pellegrino non inizia al meglio l’esperienza in maglia granata: se l’esordio era stato positivo, la sfida contro l’Empoli è decisamente da dimenticare dopo aver commesso due errori molto gravi (il fallo da rigore del 2-1 e il pallone perso che ha portato al terzo gol degli ospiti). Anche Luka Romero ha trovato un’altra sistemazione durante il calciomercato invernale: il suo bisogno di giocare l’ha fatto trasferire in Spagna, all’Almeria, dove ha già preso parte a 2 match (seppur scendendo in campo solamente per 40 minuti).

SAELEMAEKERS CONVINCE A BOLOGNA: QUANTO GUADAGNEREBBE IL MILAN?

E infine Chaka Traorè, fresco di trasferimento al Palermo in Serie B, vuole continuare a vivere il suo momento magico anche in maglia rosa: dopo aver siglato il suo primo gol in Coppa Italia e in Serie A con i rossoneri, vuole imporsi con indosso una maglia meno pesante e in una piazza meno difficile, anche se ancora non ha trovato spazio dal suo arrivo.

E quelli della Primavera

Decisamente più positiva delle ultime viste l’esperienza di Marco Nasti con la maglia del Bari in Serie B. Con 23 partite di campionato e una di Coppa Italia disputate, condite da 4 reti l’attaccante classe 2003 sta facendo parlare di lui anche per il suo atteggiamento: sono infatti 8 i cartellini gialli collezionati, senza dimenticare il pugno rifilato al terzino dell’Atalanta Ruggeri (con il quale poi si è chiarito) durante un allenamento con l’Under 21 azzurra.

Andrea Bozzolan è passato in prestito al Perugia (in Serie C) in estate, dove ha trovato molti spazi in 16 occasioni: il terzino classe 2004 sta facendo bene, tanto da essere corteggiato da altri club come Brescia, Reggiana, Bari e Pisa.

Mandati in prestito anche i suoi ex compagni di primavera Antonio Gala e Bob Omoregbeil primo al Sestri Levante durante il calciomercato estivo, ha collezionato 25 partite e un assist, ancora a zero le marcature; il secondo ha già cambiato 2 squadre: al Fiorenzuola ha collezionato 13 presenze e 4 gol, al Sestri Levante ha preso parte a 5 match e ha ritrovato Gala.

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

NOTIZIE MILAN