Milan, Pioli “maltrattato” come Allegri: Moggi difende gli allenatori

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il Milan, la Juventus e i loro allenatori “maltrattati”: secondo l’ex DS Luciano Moggi, Stefano Pioli è super criticato da tifosi e media

Per il futuro di Stefano Pioli sulla panchina del Milanprobabilmente non basterebbe neanche lo scudetto“: è l’idea di Luciano Moggi, ex DS di Napoli e Juventus tra le altre. In un commento sul quotidiano Libero, Moggi ha parlato di Milan e Juventus e dei loro allenatori “maltrattati” nonostante la distanza, sia di Pioli che di Allegri, dall’Inter in Serie A.

Il commento dell’ex DS

Dopo aver parlato di Napoli e Inter, Luciano Moggi si è concentrato su Milan e Juventus, due squadre “super criticate dai media, in particolare i due allenatori, incapaci di tenere il passo dell’Inter“. Parlando nello specifico di Stefano Pioli, definito “maltrattato” nel titolo del commento, l’impressione è che “quando il Milan non vince il ciclo sembra sempre al capolinea e il tecnico viene dato come sicuro partente“.

Anche dopo la partita contro l’Atalanta, “Pioli è ancora criticato per non essere riuscito a vincere, per i troppi alti e bassi della squadra, per i continui infortuni muscolari“. Dell’1-1 di San Siro, l’ex DS ha parlato in questo modo: “I rossoneri avrebbero meritato di vincere per il bel gioco messo in evidenza, per le occasioni create, per aver costretto gli uomini di Gasperini continuamente a difendersi, con Leao che ha segnato un gol spettacolare ed è stato un continua spina nella difesa bergamasca“.

Il futuro, chiude Moggi, è già scritto: “Pioli potrebbe convincere i tifosi del Milan a volerlo ancora come allenatore solo se vincesse il campionato, cosa che ovviamente non può fare, e forse non sarebbe neanche sufficiente“. Intanto, la dirigenza rossonera ha fissato gli obiettivi per questo finale di stagione.

Ultime news

Notizie correlate