Milan, Visnadi ne ha per tutti: “Pioli non c’è più, Leao con un allenatore vero…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il giornalista Gianni Visnadi ne ha per tutti: se Leao è il miglior giocatore di Serie A, la parabola di Pioli al Milan sembra essere finita

Quella di Stefano Pioli al Milan è una “parabola discendente“, mentre Rafael Leao meriterebbe “un allenatore vero: sono le parole del giornalista Gianni Visnadi su due degli assoluti protagonisti, nel bene e nel male, della stagione rossonera. Criticato e vicino all’esonero alla fine del 2023, il ciclo di Stefano Pioli appena premiato per le 100 vittorie in Serie A sulla panchina del Milan sembra finito, mentre la speranza è che quello di Rafael Leao in Italia abbia ancora qualcosa da dare.

Parabola discendente

Ospite sul canale Youtube di Carlo Pellegatti, il giornalista Gianni Visnadi ha parlato di Rafael Leao e Stefano Pioli, stella e allenatore del Milan: il ciclo del mister è finito? Quale sarà il futuro del portoghese viste le voci di calciomercato che cominciano a farsi strada?

MILAN, ZAZZARONI: “PIOLI, GIUSTO ANNOIARSI! NON HA AVUTO RINFORZI”

PIOLI: “Penso che il lavoro di Pioli sia stato importante fino alla vittoria dello scudetto. Da lì in poi inizia la parabola discendente: succede, succede a tutti. Non ho più visto crescite di giocatori da lì in avanti. Leao aveva difetti di tiro e continua ad averli, questo perché nessuno gli insegna a tirare in porta. Adesso lo dice anche Fabio Capello: nessuno passa le ore con lui a fare questo tipo di esercizio. Quella degli infortuni è una bufala storica certificata dai dati: quando gioca il derby ci sono i titolari, quando gioca con la Juventus ci sono i titolari tranne il portiere. L’ecatombe viene dopo Lecce, quando il Milan ha 8 punti di distacco dall’Inter. Quelli di oggi. Il Milan degli infortunati ha retto, perché la squadra è forte, l’organico è forte seppur ha qualche buco. Credo che Stefano Pioli abbia finito il suo tempo: di record ne ha fatti fin troppi…”.

LEAO: “Rafael Leao è il più forte giocatore che c’è in Italia, è di due categorie superiori rispetto a qualunque altro. Un diamante vero, e quando lascerà il Milan, purtroppo, perché capiterà, ce ne accorgeremo. In una squadra vera, con un allenatore vero ed uno staff vero, vedremo cosa sarà Rafael Leao. Con un giocatore come il portoghese puoi vincere qualsiasi partita, e sono sicuro che con lui in campo il Milan avrebbe potuto vincere la doppia sfida di Champions League contro l’Inter. Non ce l’ha avuto, così come il Napoli che ha giocato contro il Milan senza Osimhen”.

MILAN, CAPELLO: “LEAO, ASCOLTAMI! COSI’ CAMBIAI IBRAHIMOVIC, VAN BASTEN E NON SOLO”

Photocredits: IMAGO / Antonio Balasco / Beautiful Sports

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate