Milan, Borghi: “Il ciclo di Pioli straordinario” Poi una critica alla società

I più letti

In diretta a Taconazo, per Cronache di Spogliatoio, Stefano Borghi ha commentato il ciclo di Pioli al Milan e accennato al futuro del club

Stefano Borghi ha parlato a Taconazo, in diretta sul canale Youtube di Cronache di Spogliatoio del ciclo di Pioli sulla panchina del Milan. Il giudizio è genericamente positivo, anche se si considera l’avventura al capolinea. Per Borghi oltre ai risultati, è doveroso sottolineare il livello di calcio espresso negli anni dal Milan di Pioli. Il telecronista muove anche una sottile critica alla società, rea di essere sempre stata poco presente.

Pioli epocale, la società troppo distante

Pioli ha dato una risposta orgogliosa dicendo di stare bene e di voler continuare. È molto alta la possibilità che in società non abbiano ancora deciso nulla sul prossimo allenatore. Io valuto il ciclo di Pioli come straordinario. Ci ricordiamo dove l’ha preso? Le prime partite? Dobbiamo valutare cosa c’è stato nel mezzo, non solo lo Scudetto, non solo la semifinale di Champions League, non solo il ritorno in Champions League, ma anche la qualità del calcio espresso. Il Milan che vince il campionato gioca benissimo. Io l’ho definito epocale e mi spiego: il Milan stava attraversando un’epoca buia, senza coppe europee e trofei. Pioli l’ha riportato a dare per scontato il secondo posto, e anzi, ad avere anche mugugni per la mancata vittoria. Il vero problema è stato il derby. Nella prima metà di stagione non c’era mai un dirigente che parlasse, e questo è stato un altro motivo di difficoltà.”

Ultime news

Notizie correlate