Biasin: “Attento Milan, sostituire Pioli avrebbe senso solo in due casi”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Fabrizio Biasin ha parlato del momento del Milan e del futuro di Stefano Pioli, esprimendo alcune perplessità sulla questione

Nonostante per qualcuno siano solochiacchiere di inizio aprile, del futuro di Stefano Pioli sulla panchina del Milan se ne parla e se ne parla ancora tanto. In un editoriale sul portale TMW, Fabrizio Biasin ha dato la sua opinione sulla stagione dei rossoneri e del loro allenatore. Per il giornalista, sostituire Stefano Pioli alla fine della stagione, per il Milan, avrebbe senso solo in due casi.

“Occhio a pensare che…”

L’opinione del giornalista, vicino più alle vicende dell’Inter che a quelle dell’altra sponda del naviglio, è molto chiara. “Stefano Pioli sta facendo davvero un bel lavoro“, scrive Biasin, con “il Milan che gioca un ottimo calcio“: “Più di una volta anche quest’anno si è trovato nelle condizioni di essere massacrato dalla critica, ma ne è venuto fuori alla grande e non solo con i risultati“.

Sempre sul futuro dell’allenatore, per Biasincambiare il tecnicoavrebbe senso in due casi. Il primo è il caso in cui ci sia “reciproca e fisiologica stanchezza“, quella che qualche tifoso ha mostrato durante la stagione ma quella che l’allenatore di Parma non ha mai dimostrato. Il secondo “solo in caso di uno sostituto più bravo“. A tal proposito, Biasin apre il quesito: c’è un allenatore migliore di Stefano Pioli sulla piazza per questo Milan? “Occhio a pensare che un altro riesca a mettere insieme gli stessi risultati“.

Ultime news

Notizie correlate