Milan, Petrachi: “Fonseca e il nuovo obbligo. Non si faccia come con Pioli”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Gianluca Petrachi ha analizzato il carattere di Fonseca, sostenendo come il Milan debba far sentire il proprio sostegno durante la stagione

Intervenuto ai microfoni di TVPlay, l’ex Direttore Sportivo della Roma Gianluca Petrachi ha parlato di Paulo Fonseca e della sua prossima esperienza come allenatore del Milan.

Le parole di Petrachi

“Fonseca ha il suo carattere, poi c’è chi lo sviscera in maniera prepotente o in maniera diversa. Magari si può pensare che Ancelotti sia tranquillo e si giudica solo per apparenza. Fonseca sapeva dire con grande stile ed eleganza ma sapeva anche usare un tono diverso con giocatori illustri…Fonseca ora ha una responsabilità importante. Finora non ha mai avuto l’obbligo di dover vincere. Sono curioso di capire che tipo di risposta darà al Milan. Al Lille ha perso la qualificazione Champions agli ultimi secondi, ma ha fatto un capolavoro perché ha portato il gruppo più in alto possibile. Al Milan le pressioni sono diverse. Dovrà essere supportato, aiutato, perché credo Pioli non sia stato aiutato tantissimo in questo ultimo anno. Credo sia stato il parafulmine di tante situazioni. Mi auguro che lo aiutino di più di Pioli. Posso garantirvi che il Milan giocherà a trazione anteriore”.

Ultime news

Notizie correlate