Milan, Pellegatti: “Zirkzee un macigno nel torrente. Lukaku, problema tempi” (ESCLUSIVA)

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervistato in esclusiva da Radio Rossonera, Carlo Pellegatti ha parlato di Zirkzee e Lukaku, nomi accostati al Milan per l’attacco

Intervenuto a Pelle Rossonera sul nostro canale Youtube, Carlo Pellegatti è tornato a parlare degli obiettivi di mercato del Milan per l’attacco: Joshua Zirkzee e Romelu Lukaku. Se per il primo non ci sono ancora novità, secondo il noto giornalista per il belga la situazione è più delineata.

Le parole di Pellegatti

“In ritiro l’8 luglio ci sarà Fonseca con un regalo o da solo? Io voglio essere realista, per me sarà da solo. Il mercato del Milan è come se fosse un torrente la cui acqua si ferma su questo macigno chiamato centravanti, che speriamo sia Zirkzee…quando il macigno si libera e il Milan compra l’attaccante, l’acqua scende con gli altri acquisti”.

Su Lukaku: “Se il Milan lo prende, lo prende gli ultimi 4 giorni di mercato. Perchè solo in quel periodo lì il Chelsea può andare per il prestito, può scendere lui per l’ingaggio…quindi sarebbe un disastro, perchè non possiamo aspettare questi tempi. Anche se lo abbiamo fatto proprio con Ibrahimovic e Robinho, però il contorno era diverso”.

Ultime news

Notizie correlate