Milan, Pellegatti: “Fonseca, nessun disastro. Ma guardate l’Arsenal” (ESCLUSIVA)

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

In diretta a Radio Rossonera, Carlo Pellegatti ha toccato alcuni temi relativi al Milan, in particolare quello di Paulo Fonseca come successore di Stefano Pioli

Intervenuto in esclusiva a Pelle Rossonera, Carlo Pellegatti ha parlato di Paulo Fonseca come prossimo allenatore del Milan e non solo.

Le parole di Pellegatti

Sulla società

“Uno dei temi è chiarire bene le posizioni. A noi ci hanno risposto che Moncada e Ibra si occupano della parte tecnica, Furlani di quella amministrativa e poi la sintesi la fa Cardinale. E’ una filiera diversa da quelle a cui siamo abituati noi, speriamo ci dia risultati. Vogliono fare lo stadio e poi rivendere? Anche quando è arrivato Elliott si diceva che non gli interessava nulla, ma indubbiamente un passo avanti lo abbiamo fatto. Ci basta? No, soprattutto perchè davanti a noi quest’anno c’era l’Inter. Sull’allenatore mi auguro che abbiano scelto il più bravo del mondo e che a novembre sia primo. Ma per esserlo, bisogna aiutarlo con la campagna acquisti. Il nuovo allenatore vale come il rinnovo di Lautaro per Oaktree…fa capire le intenzioni. Io mi illudo ancora che non prendano allenatori e giocatori giusto per arrivare fra le prime 4”.

Su Van Bommel

“Come allenatore, credo che Fonseca dia più garanzie. Io non andavo su di lui, ma su Farioli per esempio. Se parliamo di scommesse, non è servito vedere che all’Arsenal abbiano preso il vice di Guardiola? Perchè non avere l’intuizione di andare sul vice di Klopp? Ora è andato al Salisburgo, fra un anno o due lo vedremo sicuramente al Lipsia. Fonseca è un buon allenatore, non sarà un disastro. Chiaro che se tu vai dal vice Klopp può essere il colpo della vita o l’errore che ti fa ripartire tutto da zero”.

Ultime news

Notizie correlate