Milan, Pellegatti: “L’attaccante sblocca il calciomercato, servono giocatori che fanno la differenza” (ESCLUSIVA)

I più letti

Intervistato in esclusiva da Radio Rossonera, Carlo Pellegatti ha fatto il punto sul calciomercato del Milan e  delle ambizioni societarie

Carlo Pellegatti è intervenuto ai microfoni di Pelle Rossonera sul nostro canale Youtube per fare il punto delle trattative di calciomercato del Milan e parlare delle ambizioni della dirigenza. Il noto giornalista ha espresso il suo pensiero scettico sul momento che sta attraversando l’ambiente rossonero e le scelte della società.

Le parole di Pellegatti

Sulle ambizioni della dirigenza sul mercato:Io penso che non se ne esca. Se il Milan dovesse prendere Zirkzee, Calafiori, ecc. ci potrebbe essere una pausa, ma dopo si tornerà allo stesso punto. Anche al primo anno di Elliott il mood era scettico. Ibrahimovic sembrava poter dare la stessa garanzia di Maldini ma invece mi sembra risucchiato nella negatività degli altri“.

Sui nomi di mercato:E’ l’attaccante che sblocca il mercato. Quando loro sanno quanto spenderanno per la punta poi si muoveranno per Emerson Royal, che da quello che mi hanno detto sembra abbastanza vicino. Per quello che riguarda il centrocampista, André Trindade piace, mentre per Rabiot mi hanno detto in settimana di tenerla viva. Il mio sogno da grande Milan è quello che se ti arrivano 30/35 milioni per Thiaw, ne aggiungi 5/6/7 e vai a prendere Buongiorno o Calafiori. Come fatto con Tonali l’anno scorso. Calafiori a livello mediatico sarebbe un gran colpo…lo rubi alla Juventus, convinci il Bologna, è il giocatore oggi simbolo dell’Italia. Poi io personalmente i 20/25 per Royal a destra me li tengo, continuo con Calabria e Florenzi, e ne aggiungo 15 per andare comunque su Buongiorno“.

Sulla mentalità vincente:A me piacciono i profili alla Rabiot, Morata…abbiamo giustamente investito in Kjaer, Ibra, Giroud, più vecchi quando sono arrivati. Sono questi i giocatori che ti fanno la differenza. Con tutto il bene che vogliamo a Okafor, Chukwueze, Pulisic…non hanno quella roba lì, non fanno la differenza“.

 

 

Ultime news

Notizie correlate