Conte al Milan, Pastore: “Candidatura sfacciata di Stellini, due opzioni”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Giuseppe Pastore ha analizzato le recenti dichiarazioni di Christian Stellini, vice di Antonio Conte, in ottica panchina del Milan

Durante l’ultima puntata del suo podcast su Spotify “Rasoiate“, la firma de “Il Foglio” Giuseppe Pastore ha commentato l’intervista rilasciata a TeleLombardia da Christian Stellini, vice di Antonio Conte, soffermandosi sulla possibilità che il tecnico leccese vada al Milan.

Le parole di Pastore

“Conte negli anni non ha fatto moltissimo per confutare i cliché che ci sono su lui, ma ecco Stellini dire che il Milan sarebbe ideale per lui, perché è una squadra con il potenziale per colmare da subito il gap con l’Inter e che Leao sarebbe perfetto per Conte perché riuscirebbe ad estrarre tutto il valore non ancora espresso dal portoghese. Una candidatura talmente sfacciata che delle due, l’una: o Conte e Milan hanno già un accordo formalizzato e si aspetta solo fine stagione per ufficializzarlo, dopo l’esonero di Pioli, e allora sarebbe un modo per preparare il terreno all’annuncio, oppure lui vuole mettere il Milan spalle al muro e far capire ai tifosi rossoneri, che lo invocano come il Messia, che da parte sua non ci sarebbe nessuno problema, visto il clima che aleggia attorno al Milan da qualche settimana. E potrebbe essere anche una strategia vincente”.

Ultime news

Notizie correlate