Milan, Palmeri scherza con Criscitiello: “Niente prestiti, ho i miei soldi”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Criscitiello riceve le chiamate dai club, Palmeri sta allo scherzo: il siparietto a Sportitalia dopo le parole del giornalista sul Milan

Per contestualizzare, nei giorni scorsi si è aperto un dibattito social dopo la pubblicazione dell’ultimo editoriale di Tancredi Palmeri, il quale parlava anche di Milan per le questioni calde in casa Inter, quelle legate al presidente Steven Zhang. Da qui nasce il dibattito scaturito in studio a Sportitalia con il direttore dell’emittente Michele Criscitiello: tornando sull’argomento, il giornalista ha lanciato quella che sembra (dopo un’interpretazione neanche tanto complicata) una frecciatina nei confronti del Milan. Lo riportiamo di seguito.

Chiamate dai club dopo il caos sui social

Criscitiello: C’è la possibilità di abolire Twitter a Tancredi Palmeri? Io devo passare le giornate a litigare con i club per difendere Tancredi. Ma non lo difendo più, sappiatelo: l’ho scritto anche a tutti i dirigenti“.

Palmeri:Mi stai dicendo che ti sono arrivate chiamate su di me dai club?

C: Tutti i giorni, e io ho preso le distanze. Io prendo editorialmente le distanze da quello che fa Tancredi Palmeri sui social. Purtroppo i social sono ingestibili e mi ritrovo Tancredi che di solito è una persona simpatica a dare il peggio di sé“.

P: Non è vero, anzi. È un articolo scritto. Poi le reazioni dei social sono i social, ma l’articolo è scritto. Ah, ma quindi attenzione: questa è una notizia“.

C:Ma che notizia…“.

P: I club ti chiamano per lamentarsi di me. La prossima volta che un club ti chiama per lamentarsi di me, dagli direttamente il mio numero. Anzi, sicuramente il mio numero ce l’hanno. Digli di chiamare direttamente. Anche perché io il telefono me lo ricarico con i miei soldi, non ho bisogno che me li prestino con gli interessi. Se hanno dei problemi, mi fanno uno squillo e li richiamo io. Non c’è problema“.

C:Ma cosa dici?!

Ultime news

Notizie correlate