Milan, Origi torna in gruppo! Cambia il ruolo extra campo?

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Origi torna a Milanello insieme al Milan: non sarà più considerato fuori rosa

Divock Origi nell’ultima sessione di calciomercato estivo non è stato, alla lunga, il miglior colpo del Milan. In una singola stagione di Serie A l’attaccante ex Liverpool ha realizzato due soli gol e dimostrato poco di più. Nel corso del mese di giugno, quando Stefano Pioli si preparava alla tournée americana nel suo ufficio, ha scelto di tagliare fuori dai convocati (tra gli altri) anche il belga. Messo quindi fuori rosa e chiaramente sul mercato, Origi potrebbe ora tornare a far parte del Milan.

Ok le prossime amichevoli: il ruolo cambia

La Gazzetta dello Sport nell’edizione di questa mattina dedica un approfondimento proprio sulla situazione di Divock, dando aggiornamenti importanti sulle intenzioni del club. “Per il Milan, Origi resta in uscita ma nel frattempo rientra in gioco – scrive la rosea a firma Alessandra Gozzini. Da domani si unirà al resto della squadra che riprenderà la preparazione a Milanello. E sarà della squadra nelle prossime amichevoli: Monza, Trento, Novara, a seconda delle scelte tecniche di Pioli. Origi non sarà più un fuori lista, ma un giocatore regolarmente a disposizione dell’allenatore“. Le possibili motivazioni della scelta sono quantomeno due. Se la prima, più remota, può essere quella di reinserirlo in rosa, la seconda la dà proprio Gazzetta: “Provare a rimetterlo in vetrina potrà attirare possibili nuovi acquirenti? Potrebbe essere un’idea anche se finora l’attaccante ha rispedito indietro chiunque si fosse fatto avanti. Non ha considerato le proposte arabe e turche, non si è accontentato delle offerte dalla Bundesliga. Resterebbe il West Ham, prossimo a fare spazio in avanti con la cessione di Scamacca. Divock finora si è mosso da difensore: ha respinto ogni tentativo. Da attaccante rossonero è stato meno efficace: 1218 minuti di gioco, dieci partite da titolare con otto sostituzioni, altre 26 presenze da subentrato e come detto solo due gol”.

Quanto costa e quanto pesa

Infine, Gozzini fa i conti in tasca ai rossoneri e dà le possibili cifre di un eventuale trasferimento.

“Arrivato l’estate scorsa da svincolato del Liverpool, la sua cessione può portare in cassa 8-10 milioni. E farne risparmiare anche di più: 12. Il conto è semplice: da contratto rossonero Divock guadagna quattro milioni netti all’anno per il prossimo triennio. Un’incombenza che il Milan sarà ben felice di passare a qualcun altro. Il club vuole alleggerirsi di uno stipendio pesante (prima del rinnovo di Leao il più consistente della rosa a fronte di un contributo tecnico decisamente più modesto) e liberare spazio in attacco da riempire, eventualmente, con un giovane centravanti da individuare tra le opzioni low-cost”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

origi milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate