Milan-Origi: ci siamo! Spunta però il nodo del contratto

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il Milan è sempre più indirizzato verso Divock Origi: c’è però il nodo-contratto, simile ma diverso rispetto a quello che aveva Olivier Giroud.

Le conferme sul forte interesse del Milan verso Divock Origi sono sempre di più e sono sempre più importanti: pochi minuti fa, Fabrizio Romano ha confermato sul suo profilo Twitter che tra i rossoneri e l’attaccante belga manca ormai solo la firma.

-Leggi QUI anche “Sacchi: il calcio italiano così non va da nessuna parte!”-

Nel contratto del belga con il Liverpool è però presente una clausola legata al rinnovo del contratto. A differenza di quella unilaterale che aveva (e che poi è stata esercitata) Oliver Giroud con il Chelsea di Abramovich, quella di Origi è legata ad un particolare obiettivo: il numero di presenze. Per ora è fermo a 5, ma nel caso Divock dovesse superare il numero di presenze necessario scatterebbe automaticamente il rinnovo di contratto con i Reds fino al 2023.

Come riporta la Gazzetta dello Sport, nel caso improbabile che ciò dovesse accadere, il Milan non si farebbe problemi a prendere in considerazione una piccola spesa da effettuare come quella per Giroud.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

photocredits: Instagram Divock Origi

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate