Milan, Ordine: “Gli artigli di Pioli e le risposte a Maldini”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Sulle colonne del Giornale, Franco Ordine analizza le scelte di formazione di Stefano per Pioli per il match tra Milan e Cagliari e non solo

Con il suo consueto editoriale sulle pagine de Il Giornale, Franco Ordine ha parlato della decisione di Stefano Pioli di lasciare alcuni big in panchina nela sfida tra Milan e Cagliari di stasera. Oltre a ciò, ha anche analizzato le risposte dell’allenatore alle parole rilasciate da Paolo Maldini nella sua intervista a Radio serie A.

Il commento di Ordine

Sui big in panchina, Ordine commenta: “È la prima volta che Stefano Pioli, giunto ai titoli di coda della sua esperienza milanista, tira fuori gli artigli per dare un segnale a tutti […]. Sono esclusioni, specie quella di Leao, che fanno rumore anche il giorno prima e che nella testa del tecnico hanno il senso di produrre uno elettro-shock“.

Poi riprende le risposte di Pioli alle parole di Paolo Maldini, ignorate dagli altri membri della dirigenza, dove il tecnico cerca di togliersi qualche sassolino dalle scarpe: “Paolo sa che i meriti e i demeriti vanno sempre divisi tra società, dirigenti, allenatore e squadra. […] Il club sa lavorare ed essere ambizioso. […] CDK sarà riscattato dall’Atalanta perché ha fatto un’ottima stagione e i motivi sono due: 1) l’annata col Milan è stata scandita da un difficile adattamento al nostro calcio. 2) ha cambiato ruolo, gioca da punta con Gasperini, mentre noi nel Milan in quel ruolo avevamo altri“.

Ultime news

Notizie correlate