Milan, Ordine: “Post Giroud, questione elementare. La cifra dei riscatti…” (ESCLUSIVA)

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

In esclusiva per Radio Rossonera, Franco Ordine ha analizzato la programmazione del Milan nellla sostituzione di Olivier Giroud

Intervenuto a Radio Rossonera Talk, Franco Ordine ha rivelato di come si aspettava venisse gestita dal Milan la ricerca dell’attaccante successore di Olivier Giroud e non solo.

Le parole di Ordine

Sulla cifra guadagnata dai vari riscatti

“Ho chiesto di avere una cifra attendibile su questa materia. Mi è stato detto che dovrebbe essere tra i 40 e i 44 milioni”.

Su come si muoverà il Milan per l’attaccante nelle prossime settimane

“Di questi tempi di trattative non complicate, a leggere siti più o meno informati, mi pare non ce ne sia nemmeno una. Secondo me bisognerà aspettare arrivi l’annuncio ufficiale di Fonseca allenatore, poi dovranno fare in fretta a risolvere un paio di scadenze. Una riguarda i contratti di Theo e Maignan, e poi il completamento del mercato dello scorso anno. Questo sarà il tema: dopo la rivoluzione dell’ultima estate, devono muovere poche pedine ma al posto e al momento giusto”.
Sulle tempistiche di scelta della punta
“Faccio un ragionamento terra-terra, quasi elementare. Tu Milan sapevi benissimo che ci sarebbe stata la separazione a fine stagione, per quanto dolorosa per il rendimento al di sopra delle aspettative, con Giroud. Allora, secondo me, dovevi muoverti per tempo e piantare qualche puntello da qualche parte per assicurarti un centravanti che non lo facesse rimpiangere. Se è stato fatto, benissimo. Altrimenti, la teoria secondo la quale a fine mercato coloro che hanno giocatori in sovrannumero sono costretti a liberarsene a prezzo di saldo, secondo me nel caso di specie, e quindi garantire un centravanti di prospettiva, è un ragionamento superato”.

Ultime news

Notizie correlate