Milan, Ordine: “Conte libero, problema di capacità dei dirigenti”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervenuto a Pressing, Franco Ordine ha parlato di Antonio Conte, uno dei profili accostati alla panchina del Milan per il dopo Pioli

Durante la trasmissione Pressing, il giornalista Franco Ordine ha sottolineato la stranezza, per il Milan e la Serie A in generale, di vedere Antonio Conte ancora senza una panchina.

Le parole di Ordine

Su Conte: “Io penso che un calcio italiano nel quale non c’è posto per Antonio Conte, adesso libero, secondo me è un calcio che ha dei grandi problemi legati alla capacità di decisione e lettura dei problemi da parte di alcuni dirigenti e dobbiamo dircelo chiaramente”.

Sul futuro allenatore del Milan: “L’unica cosa seria che dicono è che è straniero, e questa cosa che non deve essere italiano è una roba che secondo me non si capisce, va contro l’interesse del Milan. In questo momento, il Milan ha lo stadio in silenzio e la curva che esce dalla partita 20′ prima…ciò mette in grande difficoltà una squadra che è fatta da giovani, nella quale tra 20 giorni spariscono gli unici due leader dal punto di vista dello spogliatoio, cioé Kjaer e Giroud. Tu hai bisogno di un allenatore che possa far esplodere l’entusiasmo e l’unico è Antonio Conte”.

Ultime news

Notizie correlate