Milan in seconda fascia: tutto sul nuovo format della Champions League

I più letti

Il Milan ha già da qualche settimana la certezza aritmetica di partecipare alla prossima Champions League: ecco il nuovo format

Il Milan è ufficialmente qualificato alla prossima Champions League. Con i rossoneri ci saranno sicuramente Inter, Juventus e Bologna, ma non è finita qui perché il finale di stagione potrebbe regalare il pass ad altre formazioni del nostro campionato. La stagione del Milan è stata tutt’altro che positiva, ma si è comunque conclusa con il raggiungimento della Champions League visto il secondo posto in Serie A. La massima competizione europea dalla prossima stagione cambierà format, ma non solo. Il Corriere dello Sport elenca novità e dettagli dell’edizione 2024/2025.

36 squadre, fasce e sorteggio: la prima fase

La nuova Champions League sarà un vero e proprio campionato europeo, ancora più incerto e ricco di variabili. Si inizia con 36 squadre divise in 9 fasce da 4 formazioni, ma tutte racchiuse in un unico, grande, gruppo. Le squadre non giocheranno più due volte contro tre avversari come è accaduto fino ad oggi, ma affronteranno otto squadre diverse, con quattro gare in casa e altrettante in trasferta. Ogni formazione sarà sorteggiata per giocare coto due avversari per fascia, disputando una partita in casa e una in trasferta contro le due squadre di quella fascia. Terminata questa complicata fase di accoppiamenti, le prime otto della classifica generale accederanno agli ottavi, le successive 16 andranno agli spareggi con gare d’andata e ritorno, le ultime 12 saranno definitivamente eliminate. Le squadre qualificate dal nono al sedicesimo posto (spareggi) saranno teste di serie e affronteranno le rimanenti giocando il ritorno in casa. Così sarà definito lo schema per gli ottavi.

Milan in seconda fascia; come sarà la fase finale della nuova Champions League

Dagli ottavi la competizione si svolgerà come adesso, con turni a eliminazione diretta che porteranno alla finale. Il ruolo delle fasce è quello di raggruppare squadre simili per ranking, evitando che ogni squadra giochi più di due gare contro squadre dello stesso valore. I rossoneri saranno in seconda fascia insieme alla Juventus, Inter in prima, Bologna in quarta. Vincere il titolo nazionale non implica il piazzamento in prima fascia. Aumenterà considerevolmente il numero delle gare, da 125 a 189: anche Europa League e Conference League adotteranno la stessa modalità. Non ci saranno però le retrocessioni nelle competizioni inferiori.

 

Ultime news

Notizie correlate