Sconcerti: “Milan di nervi, ma è la squadra che può crescere di più”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

In un editoriale sulle colonne del Corriere della Sera, il giornalista Mario Sconcerti ha paragonato il rendimento di Napoli e Milan nella prima parte di questa stagione inusuale.

“La vera sorpresa è il Napoli, nessuno pensava fosse a questi livelli. È diverso per gioco e qualità individuale. Stupisce la tranquillità che riesce a mettere accanto all’ordine, è pieno di movimenti che aprono continui corridoi sul campo. Spalletti è bravo ma non è una novità, ha sbagliato pochissimo in carriera. Arrivava quarto all’Inter quando l’Inter era da quinta-sesta posizione. È stato vicino allo scudetto con una Roma non ancora all’altezza. La sua differenza naturale si accoppia oggi a giocatori di stili diversi che si completano a vicenda. È una costruzione da vecchio calcio italiano intelligente. Il Napoli gioca soltanto in verticale e si muove con sincronia, ma in più ha giocatori fuori scala come Osimhen, Anguiss a , Kva r a – tskhelia, Lobotka, l’ultimo Zielinski, diventato un 10 autentico, lo stesso Kim, Di Lorenzo. E pochi hanno riserve come Elmas, che sembra Insigne, o Raspadori”.

LEGGI QUI ANCHE   -IL PADRE DI LEAO TUONA: “SPORTING, ABBIAMO RAGIONE NOI!”-

“Contro questo avversario il Milan ha fatto la sua strada. Ha solo due punti meno di un anno fa, è il Napoli che ne ha fatti troppi di più. Alla fine è arrivato stanco, più di nervi che di gioco. Segnare gli costa sempre fatica nonostante la crescita di Giroud e in parte Leao. Ha difficoltà in trasferta dove ha l’ottavo attacco, 9 reti, meno di Udinese e Torino. Costruisce con più affanno. Questo segnala un piccolo vuoto sul campo tra i centrocampisti e Diaz dove spesso comandano gli avversari. Diaz è uno scattista, quindi si allunga sul campo e non sempre diventa utile. Il Milan è però la squadra che può crescere di più. Se riesce a gestire il problema dei tanti soldi che Leao deve allo Sporting Lisbona e se De Ketelaere finirà per assomigliare a se stesso”.

LEGGI QUI ANCHE   -PELLEGATTI LANCIA LA CLAMOROSA INDISCREZIONE: “KESSIE’ VUOLE RITORNARE AL MILAN! MA LA SOCIETA’…”-

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Mario Sconcerti

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate