Milan-Monza, le probabili formazioni: torna Kjaer! Bennacer titolare?

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Verso Milan-Monza, le ultime sulle probabili formazioni: Kjaer rientra in gruppo, cosa cambia Pioli?

Il Milan si appresta ad affrontare il Monza a San Siro per ritrovare la continuità di risultati: andiamo ad analizzare le probabili formazioni con l’aiuto di Peppe Di Stefano. Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, l’inviato a Milanello ha dato un aggiornamento importante su Simon Kjaer insieme alle novità sulle scelte di Stefano Pioli.

ESCLUSIVA, DI STEFANO: “IERI TRE PARTITE IN UNA! DA LEAO NON MI ASPETTAVO QUESTO”

Occhio alle rotazioni

Dopo l’allenamento, ha annunciato:

“C’è un ritorno molto importante, ed è quello di Simon Kjaer: oggi, a distanza di quasi 50 giorni, è tornato a lavorare con il gruppo. Questo non vuol dire che domenica giocherà dall’inizio contro il Monza, perché dopo uno stop forzato di natura muscolare così lungo è praticamente impossibile per un over 30 di 1.90 m vederlo dal primo minuto. Ma è un recupero importante, anche in vista delle prossime partite. Lo ricordiamo: il Milan ha infortunati Kalulu, Thiaw e Pellegrino e, inoltre, a San Siro sarà anche squalificato Calabria. Non credo Pioli vorrà forzare e schierarlo subito titolare. Giocherà uno tra Simic e Bartesaghi, i giovani Primavera aggregati con costanza in prima squadra. La difesa sarà completata da Theo Hernandez, Tomori e Florenzi. Kjaer ha saltato 9 partite, l’ultima volta che è stato in campo è stata il 22 ottobre scorso contro la Juventus. Situazione meno complicata, allora, dal punto di vista numerico”.

E dal centrocampo in su?

“Credo che qualcosa Pioli cambierà. In attacco c’è Leao, bisognerà capire chi tra Chukwueze e Pulisic giocherà dall’inizio insieme a Giroud. A centrocampo secondo me non tocca Reijnders, così come non si tocca Musah. Magari riposerà Loftus-Cheek e il ritorno dal primo minuto di Bennacer potrebbe essere cosa buona e giusta in questo momento”.

KJAER: “MILAN, SEI IL MIO SOGNO! NAPOLI L’EMOZIONE PIU’ BELLA”

Europa League e Ibrahimovic

Poi, Di Stefano si concede un parere sul percorso europeo:

“Se ci fosse stata eliminazione e sconfitta sarebbe stato il peggio del peggio. Così non è dipeso da te: hai espugnato il St James’ Park, cosa per pochi eletti (Liverpool e Borussia Dortmund). Da una parte la soddisfazione per aver violato quel campo e ritrovato l’identità, dall’altro il rammarico per un girone che si è dimostrato alla portata. Servirà come esperienza per il futuro, serve cavalcare l’Europa League nonostante nulla sia scontato”.

Infine, su Ibra e Milan-Monza:

“Non è un vero e proprio dirigente del Milan, tecnicamente è un consulente di RedBird che avrà ruolo attivo nel mondo Milan. Il forfait di Ibrahimovic oggi a Milanello è dettato da sindrome influenzale, ma sono sicuro che lo vedremo domenica a San Siro.

“DEVE ESSERE CAPITO! NE PARLAVO CON CAPELLO…”: CHIELLINI SU IBRAHIMOVIC

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate