Galliani ricorda il Milan sugli obiettivi del Monza: “Pensavo di essere debole e vincevo”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Nel definire gli obiettivi del “nuovo” Monza di Alessandro Nesta, Adriano Galliani ha ricordato gli anni vissuti da AD del Milan di Berlusconi

Il destino di Monza e Milan continuerà ad essere legato anche nelle stagioni che verranno: l’AD dei brianzoli ha scelto infatti la leggenda rossonera Alessandro Nesta per guidare la squadra nel quarto campionato consecutivo di Serie A. In un’intervista alla Gazzetta dello Sport, Galliani ha ricordato l’esperienza al Milan per rispondere alla domanda sugli obiettivi stagionali del “nuovo” Monza. Le due squadre, tra l’altro, si sfideranno il 13 agosto 2024 a San Siro per la seconda edizione del “nuovo” anche qui Trofeo Silvio Berlusconi.

Le parole dell’ex AD

Incalzato dal giornalista sugli obiettivi della stagione del Monza, Adriano Galliani ha risposto richiamando la sua pluriennale esperienza al Milan con Silvio Berlusconi: “Da 49 anni a questa parte non ho ancora capito come va il calcio. Nei 31 anni al Milan è successo di credere di avere una squadra fortissima e arrivare noni, o pensare di essere più deboli evincere la Champions. Questo è il settimo campionato dal ritorno a Monza: Silvio prese la squadra in C e ora siamo al terzo anno consecutivo in A, è meraviglioso“.

Ultime news

Notizie correlate