Milan, Mirante: “Maignan, mix tra animale e pugile. A Sportiello invidio…”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Il terzo portiere del Milan Antonio Mirante ha speso importanti parole di elogio per i compagni di squadra Maignan e Sportiello

Intervistato a Milan Tv, Antonio Mirante ha parlato dei suoi due colleghi al Milan: Mike Maignan e Marco Sportiello.

Le parole di Mirante

Su Maignan: “Mike è un pugile, ha la concentrazione di un pugile e fisicamente è un animale. E’ forte, veloce, elastico. La parata che ha fatto a Verona con le gambe larghissime, io a guardarlo mi sono fatto male mentre lui si è alzato e ha detto che non aveva niente. E’ un atleta incredibile abbinato a delle qualità mentali assurde, un portiere di assoluto livello che ad oggi metto nei primi 3 al mondo. Nonostante il nostro ruolo sia un ruolo di reazione, dove comunque tu devi reagire a tante cose, lui sa che deve agire in un certo modo per prepararsi a questa reazione. E’ una persona molto equilibrata, di grande personalità ma anche molto sensibile sia nel nostro gruppo che con gli altri ragazzi”.

Su Sportiello: “Mi ha sorpreso per la simpatia, è un pazzo totale. E anche come è entrato nella partita di Champions all’85’…uno pensa che il secondo portiere deve fare quello, essere pronto appena si fa male il primo. C’è un abisso tra il dire e il fare, e devo essere sincero è una cosa che gli invidio. E non perchè se un domani magari dovessi entrare all’improvviso forse farei male, ma proprio per questa capacità che lui ha avuto. Questo è sintomo di grande allenamento, di grande sicurezza”.

Ultime news

Notizie correlate