Milan, Longo: “Zirkzee, la strategia di Kia e il precedente Maignan” (ESCLUSIVA)

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervistato in esclusiva, Daniele Longo ha aggiornato in merito ai dialoghi in corso tra Milan e agente di Zirkzee per abbassare la cifra delle commissioni

Intervenuto al Talk di Radio Rossonera, l’esperto di mercato Daniele Longo ha fatto il punto sulla trattativa tra il Milan e l’agente di Joshua Zirkzee.

Le parole di Longo

“Mai come in questa trattativa il Milan è padrone del proprio destino. E non è un fattore scontato, perchè credo sia la prima volta che il Milan si trova davanti un giocatore che ha la clausola rescissoria. Ha già comunicato di volerla pagare, ha già l’accordo totale col giocatore di 4 milioni a stagione per 5 anni. Probabilmente i contatti degli ultimi giorni avevano convinto il Milan che Kia cedesse sul discorso commissioni, anche alla luce del fatto che il giocatore spinge per andare al Milan. Nella giornata di oggi, Kia ha ribadito al Milan che, probabilmente perchè ha visto che tanti uomini mercato in attacco alla fine non si muoveranno (Sesko, Isak) e diverse squadre in Inghilterra devono prendere l’attaccante, se vuole Zirkzee deve pagare la cifra che ha deciso lui. Purtroppo per il Milan non è dunque cambiato il discorso sulle commissioni, ma io sarei molto sorpreso se alla fine non dovesse chiudere la trattativa. La commissione è oggettivamente esagerata, però ricordo di quando arrivò Maignan al Milan. Le cifre ufficiali parlano di 14 milioni di euro, a bilancio la commissione agli agenti fu di 3.8 milioni. Se facciamo le proporzioni, mi sembra molto simile a questa qui. Quindi anche l’idea che il Milan non faccia l’operazione per non pagare commissioni così alte mi sembra in controtendenza rispetto al passato”.

Sulla concorrenza: “Può arrivare più dall’estero, su tutte Manchester United e Arsenal. Non penso che la Juve stia pensando ad un sorpasso sul Milan”.

Ultime news

Notizie correlate