Sticchi Damiani (Lecce): “Con questo Milan bisogno di episodi a favore, così non è stato”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Il dispiacere del presidente del Lecce Sticchi Damiani per gli episodi arbitrali del match con il Milan

Il presidente del Lecce Sticchi Damiani è intervenuto alla fine del match con il Milan vinto 3-0 dai rossoneri per commentare la sfida, ma soprattutto i due episodi arbitrali discussi che lo hanno visto lasciarsi scappare un applauso ironico nei confronti dell’arbitro Massimi e abbandonare prima del termine gli spalti in segno di protesta. Qui un estratto delle dichiarazioni del numero 1 dei salentini nel postpartita.

Sticchi Damiani (Lecce), i complimenti al Milan

Sticchi Damiani, presidente del Lecce, è intervenuto per la società salentina in commento dei casi da moviola della sfida con il Milan. La squadra, compreso l’allenatore Gotti e il giocatore Venuti avevano ricevuto la linea guida di non parlare degli episodi. Lo ha fatto invece Sticchi Damiani, senza prima però fare i complimenti alla squadra di Pioli: “Davanti a noi avevamo una delle formazioni più in forma del campionato in questo momento. Contro una squadra del genere avremmo avuto bisogno di tutti gli episodi a nostro favore. Così non è stato”.

Il Presidente sui due episodi discussi

Successivamente, il numero del club pugliese ha commentato i due episodi discussi. A partire dal rosso diretto a Krstovic al 45′, così si è espresso: “Il ragazzo non ha nemmeno visto l’avversario, non credo si possa parlare di condotta violenta o pericolosa, certamente non è un circostanza in cui si può riscontare una volontarietà da parte del nostro giocatore”. Invece, Sticchi Damiani si è detto dispiaciuto per quanto accaduto sul 3-0 di Leao realizzato con Almqvist a terra. Il patron ha sottolineato la ginocchiata: “E’ evidente che Almqvist ha preso una ginocchiata in testa ed è impossibile che il direttore di gara non si sia reso conto di quanto accaduto, così come che il Milan non abbia interrotto volontariamente il gioco, come fatto da noi in diverse occasioni durante l’incontro”.

Ultime news

Notizie correlate