Milan-Lecce, Gotti: “Pioli con me ha un vantaggio. Ecco cosa sarà importante”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Nella consueta conferenza stampa prepartita, l’allenatore del Lecce Luca Gotti ha presentato il match di domani contro il Milan

4 punti in due partite per i salentini dopo il cambio di tecnico, ragion per cui i rossoneri non dovranno affatto sottovalutare l’impegno di domani. Nella consueta conferenza stampa prepartita, l’allenatore del Lecce Luca Gotti ha presentato il match contro il Milan.

Le parole di Gotti

Che partita sarà?
“Sarà una partita difficile come tutte quelle di Serie A. Il Milan è una squadra di altissima classifica in un ottimo momento e ha caratteristiche abbastanza diverse dalla Roma, gestisce il campo in maniera diversa e ci imporrà di modificare alcune delle cose che ci hanno aiutato nell’ultima partita”.

Si possono esaltare le qualità della squadra a San Siro?
“L’importante è che il Milan non abbia totale gestione della partita come successo a Salerno. Serve personalità nella gestione dei palloni, accettando un piccolo coefficiente di rischio. Solo così resti in partita 90 minuti”.

Ritorno al 4-3-3?
“Il Milan ha giocatori che si muovono molto come Theo, Calabria, Florenzi… se vuoi pensare di fare una partita con riferimenti individuali ti portano in giro. Vedremo durante la partita”.

Che contromisure potrebbe prendere Pioli?
“De Rossi non aveva casistica per studiare il Lecce. Pioli ha meno bisogno di vedere queste due partite del Lecce perché ha giocato spesso contro di me e sa come posso cercare di affrontarlo”.

Ultime news

Notizie correlate