F. Galli: “Buoni motivi per non sottovalutare Milan-Lecce 3-0” (ESCLUSIVA)

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Filippo Galli commenta a freddo la vittoria del Milan sul Lecce: la prestazione dei rossoneri e il cartellino rosso a Krstovic

A un paio di giorni di distanza dal fischio finale di Milan-Lecce (finita 3-0 per i rossoneri a San Siro), Filippo Galli è intervenuto a Radio Rossonera. Di seguito, le sue parole al nostro canale Youtube durante la trasmissione Lunch Press (in onda dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 14).

Vittoria da non sottovalutare

Il Milan è la squadra che gioca meglio?

“A me sembra di sì, poi è bello vedere il Bologna e ahimè anche i nostri cugini. Ma l’altro giorno mi ha davvero entusiasmato, ho visto un Milan dominante che voleva far la partita. Al di là del fatto che si è rischiato di prendere gol dopo due minuti, dopo c’è stato un dominio assoluto. C’era voglia di far la partita, di fare gol e di continuare a farlo. Di là c’era un Lecce che ha preso 3 gol e rimasto in 10, ma non era facile da affrontare. Perché uno dice: ‘3-0 contro il Lecce, non ci dobbiamo esaltare’. Invece il Lecce è una squadra che ha messo in difficoltà anche la Roma, che ti affronta anche a viso aperto. Non so se ci abbia facilitato, ma questo dovrebbe essere il calcio dal mio punto di vista”.

Cosa ne pensi del rosso a Krstovic?

“Da difensore dico che non si è accorto. Va bene il regolamento, ma buttar fuori un giocatore per una cosa del genere… A parti invertite ci saremmo arrabbiati”.

Ultime news

Notizie correlate