Milan, Di Canio contro Leao: “Ha ragione Ancelotti” Poi va su Fonseca

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Di Canio ha parlato di due temi di discussione caldi in casa Milan: quelli legati a Paulo Fonseca e al futuro di Rafael Leao

Intervistato dal Quotidiano Sportivo, l’ex attaccante Paolo Di Canio ha parlato di due temi caldi in casa Milan: quello del nuovo allenatore, Paulo Fonseca, e quello di Rafael Leao, sul quale aumentano le voci di una possibile cessione.

Le parole dell’ex

Sulla decisione del Milan di affidarsi a Paulo Fonseca per la panchina, Paolo Di Canio ha parlato di una sceltain linea con il suo progetto centrato sui giovani e sulla tecnica“. L’ex attaccante anche dei rossoneri tra le altre ha speso belle parole per il tecnico portoghese, definito “uno che fa un calcio moderno, propositivo, sa migliorare i giocatori“.

Di Canio si è poi concentrato su Rafael Leao e su quello che sarà il suo futuro. Il giudizio dell’ex è stato particolarmente duro nei confronti del 10 del Milan, definito “uno che i colpi li ha ma che trotterella e si sente bello, un Mbappé di dieci categorie inferiori“. Di Canio ha poi citato Carlo Ancelotti: “Non ha caso ha detto che lo prenderebbe a calci nel sedere se lo allenasse“.

Ultime news

Notizie correlate