Milan, Chiellini critico su Leao: “Subentrante più che titolare” Netto nel confronto con i top

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Chiellini ci va giù pesante su Leao, il difensore non è convito dall’attaccante del Milan: potenzialità inespresse

Al centro della discussione in questi giorni c’è Rafael Leao, l’attaccante del Milan è impegnato all’Europeo con il Portogallo, ma non è ancora riuscito a lasciare il segno. I lusitani si sono qualificati agli ottavi, ma ieri sera hanno subito una sconfitta per 2-0 contro la Georgia. Leao non è nemmeno sceso in campo per via della squalifica ricevuta per i due gialli per simulazione. Ad esprimersi sul talento classe 1999 ci ha pensato Giorgio Chiellini a Sky Sport: tanti dubbi e poche certezze.

Chiellini critico su Leao

L’incostanza di Leao fa discutere da tempo, nell’ultima stagione al Milan ha ricevuto diverse critiche. Chiellini non lo vede ancora tra i top e il paragone con Vinicius e Mbappé non sussiste. Intanto Leao pensa solo al Milan: rifiutata un offerta monstre dell’AL Hilal.

“Tutti vorremmo che fosse un po’ più avanti ma non lo è: gli mancano numeri e le potenzialità sono tanto inespresse. Non so se riuscirà mai a fare il click nella testa per fare più gol e assist. A oggi per me è un bel subentrante più che un titolare fisso per una squadra che punta a vincere o un campionato europeo o la Champions League. Va paragonato ai Vinicius e Mbappé e lui non è come loro. Bravo giocatore, ma se lo paragoni a quelli… loro vincono i trofei”.

Ultime news

Notizie correlate