Milan-Lazio, Pioli: “Adli lo voglio più intraprendente. Vi dico come sta Loftus-Cheek”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Al termine della sfida tra Milan e Lazio, vinta 2-0 dai rossoneri grazie alle reti di Pulisic e Okafor, Stefano Pioli ha commentato la gara

Nell’anticipo della settima giornata di Serie A, il Milan ha sconfitto la Lazio per 2-0 grazie alle reti di pulisic e Okafor, entrambi su assist di Rafael Leao. Con questo bel successo casalingo contro la seconda forza dello scorso campionato, i rossoneri cancellano definitivamente la brutta sconfitta rimediata nel derby e conquistano la vetta solitaria della classifica, in attesa della partita proprio dei nerazzurri questa sera contro la Salernitana. Al termine della sfida, l’allenatore dei rossoneri Stefano Pioli ha commentato la sfida, andando anche a dare qualche dettaglio in più in merito all’infortunio subito da Ruben Loftus-Cheek, costretto al cambio nel primo tempo.

MILAN-LAZIO 2-0, LE PAGELLE: LEAO INVENTA, PULISIC E OKAFOR DECIDONO

Le parole di Pioli a DAZN

Sulla partita:Avevamo preparato al gara per cercare di palleggiare meno in mezzo al campo e a lanciare di più in profondità. Qualche volta nel primo tempo abbiamo forzato un po’ troppo la giocata, ci siamo allungati e abbiamo preso qualche ripartenza. Nel secondo tempo siamo stati più compatti e più energici. Questo secondo tempo è molto importante, non è facile giocare ogni tre giorni. Ma i ragazzi sono bravi, vogliosi e hanno vinto una gara difficile con pieno merito”

Su Adli:Quando è uscito dal campo gli ho detto che era la prima partita che giocava a San Siro e un pochettino si è visto. Adli poteva essere più intraprendente, dovevamo cercarlo di più. Devo capire se certe volte lui non ha trovato la posizione corretta o i suoi compagni non lo hanno servito nel modo giusto. Ma sta crescendo tanto ed è diventato un titolare del Milan, cioè uno dei 20 giocatori che possono giocare qualsiasi partita. Una crescita importante, ha lavorato tanto per arrivare fin qua e ora deve continuare a crescere”

Sulla posizione e la partita di Musah:Nel primo tempo, sulla fascia destra abbiamo giocato troppo nel corto. Spesso così chi riceveva palla era marcato. Dovevamo allungare con uno dei due, abbiamo fatto meno nel primo tempo. Yunus ha più caratteristiche di inserimento, tanta gamba, tanta corsa: ha favorito Pulisic perché gli ha portato via il raddoppio. Yunus sta crescendo, lo vorrei un po’ più disciplinato senza palla per come vogliamo lavorare noi ma poi si possono concedere qualche disattenzione per tutta l’energia e la qualità che ha messo nella partita”.

MASTOUR: “GATTUSO UNO DEI MIGLIORI ALLENATORI! CELEBRITÀ? HO SOFFERTO MOLTO”

Su Reijnders, prima mezzala e poi play davanti alla difesa: “Yunus può giocare lì al centro, ma credo che le sue caratteristiche siano quelle di una mezz’ala box-to-box. Tijji era un pochettino stanco e ha una grande gestione della palla. Abbiamo tante alternative a centrocampo, sarebbe un peccato se si fermasse Ruben. Un passo alla volta, domani mattina faremo valutazioni per tutti”.

Le condizioni di Loftus-Cheek:Loftus-Cheek ha sentito qualcosa all’altezza del pube/addominale, nella parte alta verso l’addome.  Si tratta di un gruppo muscolare molto importante, speriamo che non si nulla di troppo grave. Peccato, l’infortuno arriva in un momento in cui stava molto bene”.

Sul Borussia Dortmund, prossima avversaria del Milan in Champions League:Onestamente li ho visti in difficoltà contro il PSG, ma credo più per meriti degli avversari. Ho visto le ultime in Bundesliga: il Borussia è una squadra con grande intensità e qualità davanti con Reus, Malen, Brandt. È una squadra che unisce l’intensità del calcio tedesco alla qualità dei suoi calciatori offensivi, partita difficile sicuramente in un grande stadio. Ci prepareremo per contrapporci niente. Non sarà decisiva ma importante sì”.

Su Allegri e la sua risposta alle parole di Pioli in conferenza stampa, quando aveva definito favoriti i bianconeri per la vittoria finale:Allegri ha ragione, non ho detto che non è matematico che senza le coppe loro siano favoriti, ma credo sia indubbio che giocare senza le Coppe possa darti qualche punto in più a fine campionato. Ovviamente io spero che alla fine non vinca la Juventus”.

PRIMAVERA 1: NON BASTANO ELETU E BARTOCCIONI AL MILAN, LA FIORENTINA PAREGGIA SU RIGORE

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Milan Lazio

Ultime news

Notizie correlate