Weah: “Milan-Juventus, non vedo l’ora! Io, papà, Allegri e Pulisic”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

La storia è piena di ex giocatori di Milan e Juventus: di casi come quello di Timothy Weah, però, ce ne sono pochi

Archiviata la prima settimana di pausa Nazionali, comincia il cammino dei rossoneri verso Milan-Juventus: la squadra di Stefano Pioli si ritroverà domani a Milanello per cominciare a preparare quello che sarà un test importantissimo per le sorti della Serie A. La storia del calcio e del campionato italiano è piena di giocatori che hanno militato sia nel Milan che nella Juventus: di casi come quelli di Timothy Weah, però, ce ne sono pochi. L’esterno americano bianconero, arrivato in estate dal Lille, è cresciuto con il mito di papà George, Pallone d’Oro con la maglia rossonera nel 1995. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Weah ha parlato di quella che per lui sarà una sfida in famiglia.

Verso Milan-Juventus: la sfida degli Weah

«Sarà veramente una partita speciale, non vedo l’ora. Ovviamente mio padre ha un importante passato in rossonero, quindi questo match ha un significato particolare per la mia famiglia. Sarà bellissimo anche sfidare due compagni di nazionale come Pulisic e Musah. Per noi, poi, è una gara molto importante contro i primi della classe, spero ci regali soddisfazioni».

IL CAPITANO DELLA JUVENTUS KO IN NAZIONALE: SALTA IL MILAN?

«Allegri? So che qualcuno lo considera un difensivista, ma io la ritengo una buona cosa perché l’aspetto difensivo penso sia fondamentale per i successi di una squadra. Io so di dover fare progressi a livello difensivo ma posso portare in dote anche qualità e velocità nelle ripartenze per creare superiorità numerica. Sono convinto che crescerò molto grazie ad Allegri».

L’impatto con la Juventus e con il calcio italiano

«Sono molto contento, è fantastico giocare a fianco di calciatori di altissimo livello e per un club come la Juve. Sto imparando tantissimo tutti i giorni in allenamento. Mi ritengo davvero fortunato a giocare in una squadra così blasonata. Con chi ho legato? Con un po’ tutti, ma in particolare con Kean e Pogba. Paul sta attraversando un momento difficile e io vado spesso a casa sua per essere sicuro che stia bene, è una grande persona. Anche Chiesa e Vlahovic mi hanno aiutato parecchio, poi naturalmente McKennie è stato fondamentale. Lui porta costantemente un’energia positiva sia in campo che fuori».

BAIOCCHINI: “I TRE INFORTUNATI AL LAVORO! ECCO CHI RECUPERA PER MILAN-JUVENTUS”

«Sto imparando un ruolo nuovo e questo per me è molto importante. Nella Juve gioco in una posizione più arretrata rispetto alla nazionale, ma mi sto adattando bene. Con gli USA gioco nei tre dietro all’unica punta, con trequartisti di qualità come Pulisic e Gio Reyna, una posizione che mi piace molto. Dove mi trovo meglio? Se potessi scegliere preferirei giocare a sinistra con la possibilità di accentrarmi e cercare la conclusione. Ma capisco bene quali siano le esigenze della squadra».

«A livello tattico in Italia i dettagli vengono curati molto di più. Rispetto al Lilla le cose sono decisamente cambiate, non solo sto imparando un nuovo ruolo, ma anche il lavoro quotidiano sul campo è molto diverso. Però sono molto contento e poi in Italia mi trovo benissimo. Onestamente io mi sento un po’ italiano, considerato il legame che la mia famiglia ha con questo Paese e mi piace tantissimo la qualità della vita, e ovviamente il cibo…».

(VIDEO) PULISIC, CHE GOL ALLA GERMANIA! GIA’ IN FORMATO MILAN-JUVENTUS?

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

milan juventus weah

Ultime news

Notizie correlate