I due ex: “Pioli, tirata di orecchie! Milan deludente per due motivi”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Due ex Serie A critici nei confronti del Milan dopo la sconfitta contro la Juventus: nel mirino Pioli e… l’atteggiamento

La sconfitta del Milan contro la Juventus ieri sera a San Siro per 0-1 continua a far parlare: dall’espulsione di Thiaw all’arbitraggio di Mariani, passando per i meriti dei bianconeri e di Massimiliano Allegri. Tra le tante opinioni del post partita sono arrivate anche quelle di due ex giocatori di Serie A, entrambi critici nei confronti dei rossoneri. Contro la Juventus, il Milan è stato “deludente“, sia dal punto di vista delle scelte dell’allenatore che dal punto di vista dell’ “atteggiamento“.

L’ex Serie A su Milan-Juventus

Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, l’ex giocatore di Torino e Bari tra le altre Massimo Brambati ha fatto i complimenti ad Allegri e “tirato le orecchie” a Pioli dopo Milan-Juventus.

“Il segnale che mi è arrivato è che il Milan mi ha deluso, mi aspettavo molto di più. Aveva i cerotti ma ce li aveva forse di più la Juventus. Chiesa e Vlahovic non erano arruolati pienamente, li ha inseriti a partita in corso, mancavano Danilo, Pogba e Fagioli, si sono affrontate rimaneggiate ma vista l’identità mostrata dal Milan ieri non si è vista questa. L’espulsione ha cambiato un po’ l’inerzia, ma è un errore del singolo e di squadra. Quando Kean sfila via a Thiaw la difesa non è posizionata bene. Io ho sempre detto che serve pazienza, il campionato è particolarmente strano, tutti hanno perso punti. Il Milan ha perso con due big, quindi mi ha deluso. E poi mi ha lanciato il messaggio che le romane stanno tornando dove dovrebbero stare. I modi sono diversi ma la sostanza è quella”.

ORDINE: “MILAN, C’E’ DELL’ALTRO PER SPIEGARE LO 0-1 DELLA JUVENTUS”

“Allegri? Si può fare risultato anche senza identità, basta curare bene l’assetto difensivo. Ha capito che con l’organico che ha a disposizione, privo di certi giocatori importanti, deve comportarsi così. Ieri ha fatto un bel passo, non era semplice vincere col Milan primo in classifica. Così si aumenta l’autostima del gruppo. E’ stato determinante, ha capito che per espugnare San Siro doveva adoperarsi come una provinciale degli anni Ottanta”.

“Tiro le orecchie a Pioli. Mi aspettavo che nel post-gara si assumesse più responsabilità. Ha tirato in ballo Gatti che ha fatto troppi falli su Leao. Cosa dovevi aspettarti? Il tuo giocatore di massimo valore lo avrebbero marcato a uomo e lo sapevi tu e anche il giocatore”.

“VITTORIA CONTRO LE INGIUSTIZIE, CIAO MILAN!”: L’OPINIONISTA ATTACCA DOPO LO 0-1 DELLA JUVENTUS

“Deluso per atteggiamento”

Alla stessa emittente è intervenuto anche un altro ex Serie A, Massimo Bonanni, sempre per commentare Milan-Juventus:

“Nella testa dei giocatori e dell’allenatore questo può essere un risultato pesante. Può dare più fiducia, ma non credo che la Juve lotterà per lo Scudetto. Per un posto in Champions assolutamente sì, ma non credo possa lottare per il titolo fino alla fine. Tra un po’ si staccherà, ci sono squadre più forti. Mi ha deluso ieri il Milan. Ho visto un atteggiamento diverso rispetto a quello visto finora. L’atteggiamento generale è stato diverso, mancavano diversi elementi importanti che hanno fatto sì che non fosse il Milan solito ma ho visto molto meglio la Juve, il tutto in una partita comunque poco spettacolare. E’ mancata la reazione del Milan dopo il gol”.

CONDO’: “MILAN, CASUALE O STRUTTURALE? ORA E’ PALESE UN VUOTO”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

milan juventus pioli giroud

Ultime news

Notizie correlate