“Milan, queste non le prepari! Con la Juventus…”: parla il doppio ex

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

La Champions League inciderà su Milan-Juventus? Risponde il doppio ex della sfida di San Siro: chi avrà la meglio domenica?

Alla fine degli anni 80, Sergio Porrini gioca nelle giovanili del Milan senza però riuscire ad esordire in prima squadra: dopo l’Atalanta passerà alla Juventus, dove vincerà due campionati italiani e una Champions League. Intervistato dalla redazione di TuttoJuve, il doppio ex di Milan-Juventus ha parlato ovviamente della sfida di San Siro di domenica sera, “un banco di prova” per i rossoneri e una “prova di maturità” per la squadra di Massimiliano Allegri. Impegni, recuperi, assenze, scommesse, scudetto: le parole di Sergio Porrini.

Milan-Juventus tra gli impegni ravvicinati dei rossoneri, i recuperi e le assenze

A poche ore dal match di San Siro, Sergio Porrini ha giocato il suo Milan-Juventus tra lo stato di forma delle due squadre, le assenze, i recuperi e la settimana di fuoco del Milan.

ESCLUSIVA, CURRÒ: “MILAN-JUVENTUS? LA PRIORITÀ È UN’ALTRA! LUDOPATIA, OCCHIO…”

IL MATCH: “Milan-Juventus sarà un match imprevedibile, sicuramente da tripla. Per il Milan sarà un bel banco di prova, per capire più che altro se i primi in classifica saranno all’altezza delle squadre di valore. Per me lo sono, anche se con l’Inter è arrivata una brutta sconfitta. La Juventus era stata giudicata male per il ko con il Sassuolo che ha poi vinto in casa dell’Inter, ma non è una meteora e credo vorrà dimostrare di aver raggiunto la piena maturità a differenza degli anni scorsi. Non vedrò l’ora di assistere al match, sono molto emozionato”.

LA CHAMPIONS: “Il Milan avrà il PSG mercoledì? Può incidere sicuramente, ma queste sono le partite che non devi nemmeno preparare. Il giocatore non vede l’ora di scendere in campo, ed è focalizzato solo su quell’avversario. Anche lo stesso allenatore non riesce a guardare oltre, perché affrontare la Juventus è già di per sé è uno stimolo importante. Per cui non credo che saranno più di tanto distratti dalla Champions”.

VLAHOVIC: “Dusan Vlahovic è un giocatore importante, che stiamo aspettando, in possesso di un potenziale pazzesco. E’ partito molto bene, per me il suo recupero al 100% consentirebbe alla Juve di avere un’arma importante per i suoi obiettivi. La speranza è che gli infortuni non pesino troppo sulla stagione, perché di conseguenza anche i bianconeri ne risentirebbero tantissimo”.

LE ASSENZE: “Chi perde di più tra Milan e Juventus senza Theo e Danilo? Pesa di più fronte Milan, per quel che ha dimostrato Theo in questi anni. E’ un giocatore che, in combinazione con Leao, può diventare determinante per vincere le partite”.

NOCERINO: “IL MILAN-JUVENTUS DI MUNTARI? FESSI NOI! LI AVREMMO DISTRUTTI…”

Scommesse e Scudetto

Spazio anche al caso scommesse e alla lotta scudetto: chi è la favorita alla Serie A per Sergio Porrini? Milan, Inter, Juventus, Napoli o c’è qualche outsider?

SCOMMESSE: “Non voglio entrare nel merito, sono rimasto esterrefatto dal comportamento di questi giocatori che guadagnano cifre spropositate e che per debolezze si lasciano coinvolgere in un sistema più grande di loro rovinando così un futuro più che roseo. Faccio fatica ad accettarlo, a dirlo è uno che è sempre stato affascinato dal giocare a carte con gli amici e dal casinò. Mi piaceva anche giocare al totocalcio, ma una volta all’anno come un divertimento. Oltre no. Se ti lasci coinvolgere da tutto questo c’è un problema più grosso, sei ludopatico e non riesci ad uscirne. Vedremo come finirà”.

SCUDETTO: “Io ci credo sempre, ma sono convinto che l’Inter sia la squadra dalla rosa più forte e in alcuni momenti sfoggia un calcio che è superiore a tutte le altre. Quando c’è la partita che conta difficilmente la sbaglia, ma è altrettanto vero che ha gettato alle ortiche un campionato con il Milan e lo scorso anno con quei giocatori è arrivata a distanza siderale dal Napoli. E’ un po’ pazza, perché domina con il Milan e poi con Sassuolo e Bologna non riesce a vincere. Se dovesse lasciare dei punti per strada, la Juventus può diventare una delle favorite. Anche perché il Napoli, con il cambio di guida tecnica, sta affrontando dei problemi e non sembra avere la stessa continuità della passata annata”.

PEPPE DI STEFANO: “GIROUD, IL PORTIERE E 2 RECUPERI: TUTTO SU MILAN-JUVENTUS”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

milan juventus pioli doppio ex

Ultime news

Notizie correlate