ESCLUSIVA, Currò: “Milan-Juventus? La priorità è un’altra! Ludopatia, occhio…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Milan-Juventus o la Champions League, qual è la priorità? Cosa non si è detto del caso scommesse? Ne abbiamo parlato in ESCLUSIVA con Enrico Currò (Repubblica)

Per affrontare i temi caldi in casa rossonera, Milan-Juventus e la vicenda scommesse che ha coinvolto, tra gli altri, anche Sandro Tonali, Enrico Currò (Repubblica) è stato ospite al Talk di Radio Rossonera di oggi (in onda dal lunedì al giovedì alle 16 sul canale Youtube di Radio Rossonera). Tanti gli argomenti toccati dal giornalista, dal possibile impiego di Yacine Adli fino al recente infortunio di Sportiello e la possibilità che Mirante giochi Milan-Juventus, con una chiosa sul caos scommesse.

I DUE EX: “MILAN COESO COME POCHI! LEAO, PRENDITI LA JUVENTUS”

Enrico Currò su Milan-Juventus, Mirante, Adli e sulle sfide con PSG e Napoli

“Adli regista mentre in Champions penso di no, però il tema è Pioli, che finora è stato coerente e ha detto che avrebbe fatto turnover spinto visto che ritiene di avere gli uomini giusti per farlo. Queste tre partite sono particolari e veramente sono partite in cui non dico che si decide la stagione, ma non sono partite qualsiasi e credo che il turnover sarà meno spinto perché ci sono giocatori che le giocheranno tutte, tra cui Leao ad esempio”.

“Come gestirà il turnover? Alcune scelte sono obbligate perché gli infortuni e le squalifiche rendono obbligate le scelte di Pioli. I due squalificati salteranno Milan-Juventus e basta, quindi dovrà farne a meno. la priorità della Champions è nelle cose, il Milan non può permettersi di rischiare col turnover. Siccome i giocatori non sono equivalenti, la priorità è alla partita col PSG”.

“Mirante mi convince? No, ma credo che la scelta sia obbligata perché o hai un primavera fortissimo o vai sull’esperienza, quindi credo che non si possa fare altro. Incredibile che succedano due episodi come questi proprio prima di una partita tanto importante”.

“Yacine Adli ha le caratteristiche tecniche e agonistiche messe in mostra, ha una cosa che al Milan manca. La capacità fisica di recuperare dei palloni in difesa, qui mi ha colpito. L’ho visto giocare pochissime volte, ho paura che non sia ancora a livello europeo nel ritmo”.

CHI E’ LAPO NAVA E PERCHE’ PUO’ GIOCARSI LE SUE CHANCE IN MILAN-JUVENTUS

Tonali, Fagioli e la vicenda scommesse

“Credo che purtroppo il tema sia capire molto banalmente e concretamente se si tratta di ludopatia o no, parola che va usata con attenzione visto che è una cosa molto seria. Tra ludopatia e noia credo ci siano dei gradini. detto questo, bisogna capire perché non si riesce, visto che ci sono dei corsi della Assocalciatori, se tu sei avvertito e ti stai giovando la carriera è strano che tu faccia un errore cos sciocco. Non credo e non voglio pensare che ci sia stata alterazione delle partite, però è chiaro che anche la sola scommessa sul cartellino per la giustizia sportiva è alterazione della partita. Non è il caso di parlare senza sapere, bisogna capire dove si arriverà con l’inchiesta che va avanti da tempo. Vediamo cosa succederà, non mi sembra il caso di dare delle sentenze prima senza sapere cosa sia successo. Il senso è di tradimento perché la gente continua a riempire San Siro, e quindi il rischio è che questo gioco perda credibilità”.

ESCLUSIVA, AVV. CARDENA’: “TONALI, ACCORDO MILAN-NEWCASTLE A RISCHIO SOLO SE…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

milan juventus esclusiva currò scommesse tonali

Ultime news

Notizie correlate