Hernanes: “Juventus, col Milan non decisiva. Ma occhio ai segnali”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

L’ex Juventus Hernanes introduce la sfida di domenica contro il Milan: in caso di vittoria, i bianconeri possono rientrare nella lotta Scudetto?

Con le maglie soprattutto di Lazio, Inter e Juventus il “ProfetaHernanes ha rappresentato per anni uno dei migliori centrocampisti del calcio italiano, illuminando i campi della Serie A con entrambi i piedi: a qualche giorno di distanza dal big match di San Siro, parla del prossimo impegno dei bianconeri contro il Milan. Attualmente, il brasiliano gioca ancora, ma a livelli decisamente inferiori rispetto al massimo campionato: è un calciatore del “Sale”, squadra piemontese di Prima Categoria. Intervistato da tuttojuve.com, Hernanes ha parlato anche di MilanJuventus di domenica sera (ore 20.45).

MILAN-JUVENTUS, C’È MARIANI: PRECEDENTI E VECCHI RETROSCENA

La nuova avventura di Hernanes

Innanzitutto, qualche parola sulla sua nuova esperienza, che gli sta già regalando gioie.

“È stato un sogno ad occhi aperti. Dico sempre che il calcio è lo sport più bello del mondo, far gol è la cosa più bella del calcio. Non importa in quale categoria scendi in campo, perché l’emozione è sempre la stessa. Le persone vengono allo stadio per vedere te, si creano delle aspettative ed è sempre fantastico poterle soddisfare. Sono veramente felice”.

Che cosa ti ha convinto a scendere di nuovo in campo? E come nasce l’occasione di giocare con il Sale?

“L’occasione è nata per via della grande amicizia con il presidente che è nata qui alla Ca’ del Profeta, ci siamo messi a parlare e lui mi ha invitato per fare delle amichevoli. Ho compreso in queste circostanze che tornare a giocare a calcio sarebbe stato differente, così ho deciso di cogliere la palla al balzo e di tornare in campo. Il resto lo sapete (sorride ndr)”.

Giocherai fino a fine stagione?

“Sì, giocherò fino a fine stagione. Lo posso confermare. Nel calcio non mi sono mai divertito, lo facevo per lavoro e lo svolgevo seriamente. Ero sempre alla ricerca di risultati, ora invece l’obiettivo sarà quello di divertirmi. Lo voglio tanto”.

JACOBELLI: “CURIOSITÀ E CONTINUE PAROLE CHIAVE PER MILAN-JUVENTUS”

Occhi su Juventus e Milan

Alla Juve di oggi manca un Hernanes. Considerando le squalifiche di Pogba e Fagioli, consiglieresti alla dirigenza un giocatore con le tue caratteristiche da prendere nel mercato di gennaio?

“Credo che la dirigenza si muoverà su uno o due nomi per sostituirli a gennaio, ma non chiedermi chi (sorride ndr)”.

Se la Juve dovesse vincere a San Siro col Milan, potrebbe a tuo parere essere l’occasione giusta per credere davvero nel titolo?

“Una squadra come la Juve, finché c’è la possibilità, deve sempre credere di vincere un titolo, chi gioca qui lo deve sapere. Il campionato è ancora lungo, anche se vinci a San Siro non è che si deciderà qualcosa. Rispetto alle stagioni precedenti, vedo dei segnali di ripresa. Bisogna puntare ad esser sereni e a lavorar bene, i risultati poi sono una conseguenza di tutto ciò”.

BAIOCCHINI: “I TRE INFORTUNATI AL LAVORO! ECCO CHI RECUPERA PER MILAN-JUVENTUS”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

hernanes milan juventus

Ultime news

Notizie correlate