“L’aveva capito, l’ha rifatto!”: critiche oltreoceano a Pioli

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Tante critiche mosse a Pioli dalla stampa dopo Milan-Juventus, in Italia ma non solo: l’attenzione della CBS sul big match nell’analisi di Grella

I giorni dopo la sfida disputata a San Siro domenica sera da Milan e Juventus sono caratterizzati principalmente dall’analisi della gestione di Stefano Pioli. E non si parla solo di cambi, perché tra ieri e oggi ci si è concentrati principalmente sull’approccio al match avuto dai rossoneri, risultato troppo aggressivo e che, in questo caso, ha portato anche all’espulsione di Malick Thiaw. Tra gli appunti fatti al tecnico di Parma, risulta soprattutto quello di non aver fatto tesoro di quanto accaduto nel derby del 16 settembre. A dare la sua opinione nel post gara, anche l’ex calciatore statunitense Mike Grella.

MILAN-JUVENTUS 0-1, LE PAGELLE SUI GIORNALI: PIOLI E ADLI DIVIDONO

L’Inter l’ha capito subito

In America, si sa, soprattutto quest’anno, l’attenzione verso la Serie A e soprattutto il Milan è molto alta. Infatti, oltre ad aver acquisito parte dei diritti per la trasmissione degli highlights, la CBS affronta i temi in studio nella ormai anche in Italia celebre trasmissione Sports Golazo. Alla tv americana, Grella ha affrontato il post partita discutendo le idee dell’allenatore del Diavolo:

“Per me Pioli ha sbagliato la partita. Magari giocare con una linea più bassa, rallentare un po’ il gioco… Errore che ha anche fatto a inizio stagione, l’Inter l’ha capito molto presto. Non puoi giocare così. Stava alzando i terzini e giocando con una linea alta, credo che anche in questa partita contro la Juventus servisse arretrare un pochino e aspettare il momento giusto”.

“MONOCORDE E LEGGIBILE”: GALEONE TAGLIA FUORI MILAN E JUVENTUS

E col PSG?

Poi, l’ex giocatore prosegue e rincara la dose:

“Secondo me il Milan tra le due era la squadra migliore. Tutti pensavamo che avrebbero vinto la partita. Avevano tutti gli strumenti per vincere, ai bianconeri mancavano Chiesa e Vlahovic. L’unico modo che avevi per perdere era fare esattamente come ha fatto Pioli. Credo che per Thiaw e Tomori sia dura, perché li fai di difendere in quel modo in ogni partita, chiedendogli di coprire il 50% del campo. Anche alcuni dei migliori difensori del mondo, se li metti in situazioni in cui devi coprire così tanto camp fanno fatica”.

Infine, la conduttrice Poppy Miller pone un quesito: a questo punto, cosa pensi farà contro il Paris Saint-Germain?

“Immediatamente dopo la sconfitta contro l’Inter, ha cambiato. I terzini sono tornati larghi e non più in mezzo al campo, al massimo uno entrava e l’altro restava largo. Quindi lui ha capito che non può giocare in maniera così pazza: con le mezzali che spingono, Theo che spinge… Aveva capito che dopo l’Inter aveva avuto ragione, e poi l’ha fatto ancora. A me stavolta è sembrato semplicemente abbiano giocato alti perché sai, sei a San Siro, sei il Milan, vuoi giocare un match intenso e pieno di energia. Ma alla fine questo ti ha fatto solo male”.

“NON SI PUÒ FARE SEMPRE COSÌ…”: MILAN-JUVENTUS VISTA DA DE CARO

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

grella milan juventus

Ultime news

Notizie correlate