Novità di formazione in Milan-Juventus: Allegri rivoluziona l’attacco

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Ancora alcuni dubbi di formazione verso Milan-Juventus, Allegri prova la sorpresa: chi tra Vlahovic, Kean, Milik e Chiesa?

Stasera alla scala del calcio andrà in scena la grande classica, Milan-Juventus: la formazione bianconera è quella che riserva ancora più incertezze. I rossoneri vogliono riconquistare il primo posto scavalcando l’Inter, Pioli sembra avere le idee chiare sull’11 da schierare: l’unico dubbio è a centrocampo. Dall’altra parte Allegri è pronto a rivoluzionare l’attacco: Dusan Vlahovic potrebbe rimanere a sorpresa in panchina, al suo posto sta scaldando i motori Moise Kean.

ILARIA D’AMICO: “MAI DAR PER MORTA LA JUVENTUS! HO CONTROLLATO BUFFON…”

La formazione del Milan: ballottaggio Musah-Pobega

Secondo l’inviato di Sky Sport, Peppe Di Stefano, è tutto definito per Pioli. Il tecnico emiliano tiene vivo solo un ballottaggio, Musah però è in vantaggio. Si è parlato anche della possibile titolarità di Kjaer, al fianco di Tomori ci sarà però Thiaw.

La formazione dovrebbe essere quella, cioè con: Florenzi da una parte e Calabria dall’altra, perché Theo Hernandez è squalificato, Thiaw e Tomori al centro della difesa, che ha giocato la prima partita con l’Inghilterra contro l’Australia in amichevole. Non ha giocato la partita contro l’Italia vinta per 3-1 dagli inglesi. In mezzo al campo Adli, che ha definito artista perché sa suonare il piano e cantare, ma ora deve trovare la migliore collocazione anche in campo, quindi Adli playmaker con uno tra Musah e Pobega come intermedio destro e a sinistra invece Reijnders. In attacco sotto questo punto di vista non ci sono dubbi Pulisic parte da destra, Leao parte da sinistra e Giroud davanti. Non si pensa al turnover, non si pensa alle rotazioni, non si pensa al Paris Saint Germain. Si pensa solo alla partita di domani e poi il Milan capirà le condizioni dei giocatori e ovviamente l’aspetto tecnico e tattico delle singole partite”.

Milan (4-3-3): Mirante; Calabria, Thiaw, Tomori, Florenzi; Musah, Adli, Reijnders; Pulisic, Leao, Giroud. All: Pioli

ANCHE JIMENEZ IN MILAN-JUVENTUS: SCOPRIAMO IL NUOVO THEO

Allegri rivoluziona l’attacco della Juventus: dentro Kean fuori Vlahovic

Massimiliano Allegri ha qualche dubbio in più rispetto al suo collega. La Juventus ha le scelte obbligate in fase difensiva viste le assenze di Danilo e Alex Sandro. Il reparto ancora da definire è l’attacco, per tutta la settimana si è parlato di un Dusan Vlahovic recuperato e che si è allenato in gruppo. Sembrava lui l’indiziato numero uno a reggere l’attacco della Juventus, secondo quanto riportato da Sky Sport invece Moise Kean avrebbe vinto il ballottaggio. Il centravanti serbo è pronto ad accomodarsi in panchina al fianco di Federico Chiesa, i due ex Fiorentina potrebbero però essere decisivi a gara in corso. Allegri punta quindi sulla coppia Milik-Kean.

 Juventus (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Rugani; Weah, McKennie, Locatelli, Rabiot, Kostic; Milik, Kean. All. Allegri

NOCERINO: “MILAN-JUVENTUS DI MUNTARI? FESSI NOI! LI AVREMMO UCCISI”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

milan juventus formazione

Ultime news

Notizie correlate