Milan, Zapelloni: “Sì a Jovic, ma a questa condizione. Un gesto ha fatto male” (ESCLUSIVA)

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervistato in esclusiva da Radio Rossonera, Umberto Zapelloni ha parlato anche del futuro di Jovic con la maglia del Milan

Lo scarso utilizzo di Luka Jovic nelle ultime settimane ha fatto sorgere l’interrogativo riguardo il suo destino con la maglia del Milan. Intervistato in esclusiva da Radio Rossonera, Umberto Zapelloni ha parlato proprio del futuro di Jovic in rossonero.

Le parole di Zapelloni

Cosa pensi si debba fare con Jovic?
“Ci si può puntare come rincalzo, non come nuovo Giroud. Anche se ha fatto vedere delle cose interessanti, quella squalifica che è andato a prendersi è imperdonabile perchè un giocatore consapevole della sua importanza per il Milan in quel momento non fa quel fallo. Una mancanza di testa simile in un momento così delicato è pesante poi da digerire”.

Un commento sulla mancata squalifica di Acerbi
“Hanno perso tutti, perchè a questo punto dobbiamo quindi sostenere che Juan Jesus si è inventato tutto? Non credo. E se Acerbi non ha detto quello che ha detto perchè si è scusato subito dopo. Ci sono troppi punti non chiari da questa sentenza, anche se la giustizia di fronte alla mancanza di un’evidenza non può bastonare una persona. Se tu non hai le prove, non puoi punire Acerbi. Fa abbastanza sorridere il fatto che in un calcio in cui annullano dei gol per un millimetro poi non si riesca a scoprire se una frase è stata pronunciata o meno. Sembrava il calcio del Grande Fratello, pieno di telecamere, e poi quando succedono dei fatti così gravi non si riesce a fare luce completa sull’episodio. Mi sarebbe piaciuto anche sentire delle dichiarazioni diverse da parte degli attori di questa brutta commedia, è stata una brutta figura per il calcio italiano”.

Ultime news

Notizie correlate