Sacchi consiglia (e giudica) il Milan: “Così riduci il gap con l’Inter”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Arrigo Sacchi giudica la stagione del Milan e consiglia il club su come ridurre il gap con l’Inter, avanti di 16 punti in Serie A

Dopo 26 giornate di Serie A, la classifica dice che l’Inter è sopra al Milan di 16 punti (69 a 53): la Gazzetta dello Sport ha chiesto ad Arrigo Sacchi i motivi e cosa servirebbe in futuro per ridurre il gap.

Sacchi risponde

Le risposte di Arrigo Sacchi alle domande sulla stagione del Milan e sulla differenza con l’Inter.

LA STAGIONE DEL MILAN: «Il giudizio è sospeso. Il campionato è stato negativo, non perché sarà l’Inter a vincere, ma perché i rossoneri non sono mai stati in lotta per lo scudetto. E anche l’uscita dalla Champions nei gironi dopo la semifinale dello scorso anno pesa nelle valutazioni, così come l’eliminazione in Coppa Italia. Il Milan deve arrivare secondo, e può riuscirci perché ha più qualità complessiva della Juve, e andare in fondo in Europa League. Altrimenti il bilancio non sarà buono».

COME RIDURRE IL GAP CON L’INTER: «Con la forza delle idee. L’Inter sta giocando un calcio spettacolare, moderno, europeo, e non è giusto criticare Milan e Juventus perché non riescono a tenere il passo dei nerazzurri. Però bisogna saper leggere le situazioni e operare di conseguenza. Il Milan dovrà prendere giocatori funzionali al prezzo giusto. Ma per farlo serve competenza in chi decide, quindi nei dirigenti».

Ultime news

Notizie correlate