Milan-Inter, il patto dentro e fuori dal campo grida alla moderazione

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Il patto storico tra le tifoserie di Milan e Inter, il comunicato della Curva Nord e l’atteggiamento soft dei giocatori: il clima di moderazione

Milan-Inter è il derby italiano considerato quello con maggiore “rispetto” tra le due tifoserie fra le quali è in piedi un vero e proprio “patto di non belligeranza”. La stracittadina di lunedì 22 aprile metterà a dura prova questo accordo sia per quanto riguarda quello che accadrà sul terreno di gioco che per la condivisione dello stadio da parte dei tifosi rossoneri e nerazzurri. L’Inter potrebbe vincere lo Scudetto in caso di successo, lo farebbe in faccia ai cugini, che giocheranno in casa il derby e quindi popoleranno per la stragrande maggioranza i vari settori di San Siro. Per questo motivo anche alle due squadre è richiesto un atteggiamento soft.

Il comunicato della Curva Nord

Un derby particolare quello di lunedì, l’Inter sogna lo Scudetto storico vinto in casa del Milan, dall’altra parte i rossoneri sperano di rovinare la festa agli avversari cittadini. Tutte le parti stanno cercando di tenere bassa la tensione a partire dalle tifoserie organizzate. La Curva Nord dell’Inter ha fatto uscire un comunicato dove viene indicata la sfida con il Torino, quella in cui in ogni caso avverranno i festeggiamenti.

Il patto interno nell’Inter verso il Milan

Non solo le due Curve stanno cercando di mantenere l’equilibrio, anche ai giocatori sul rettangolo verde e nelle interviste pre e post-derby è richiesto di evitare proclami. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, C’è un patto interno allo spogliatoio nerazzurro che prevede una vigilia soft evitando i proclami o dichiarazioni che alzerebbero la tensione. La parola d’ordine è zero esagerazioni.

Ultime news

Notizie correlate