Milan-Inter, Marotta: “Creato un modello, ma non siamo ancora al massimo”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervistato da Sky nel postpartita di Milan-Inter, Beppe Marotta ha celebrato con queste parole lo Scudetto nerazzurro

Intevenuto ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria dell’Inter sul Milan, l’Amministratore Delegato Beppe Marotta ha celebrato con queste parole lo Scudetto nerazzurro.

Le parole di Marotta

Sulle emozioni: “Obiettivo che cercavamo. Le dediche vanno a Steven Zhang che non è qua con noi, ha sofferto: lo abbiamo sentito prima e anche adesso. E poi dedica ai nostri splendidi e straordinari tifosi. I meriti in primis al leader che è Inzaghi e poi a tutti i miei colleghi, tutte le aree della società che hanno supportato la squadra a raggiungere uno straordinario traguardo che è la seconda stella”.

Si rende conto che avete vinto uno scudetto in un derby? “Devo dire che questo è un ciclo. Noi non abbiamo ancora raggiunto il massimo, abbiamo creato un modello e poi lo abbiamo valorizzato. Noi abbiamo supportato l’allenatore anche nei momenti di difficoltà. Questa è la nostra forza: avere uno zoccolo duro di italiani è fondamentale per inculcare il senso di appartenenza e quando arrivano gli stranieri c’è questo contagio. Anche oggi abbiamo finito con fatica ma sempre con il coltello tra i denti”.

Più difficile un Inter dominatore o difendere questa leadership? “In assoluto sarà riconfermarsi. L’esperienza ci dice che dobbiamo ripartire con moltissima umiltà e senza fare le rivoluzioni. Dobbiamo badare anche a mantenere un concetto di sostenibilità, dovremo dare un occhio all’aspetto bilancistico: lo abbiamo fatto anche l’anno scorso e abbiamo avuto successo. I nostri tifosi possono essere fiduciosi”.

Ultime news

Notizie correlate