Milan, “non è un fallimento”: Sacchi controcorrente sull’Inter

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Arrigo Sacchi spiega perché, secondo lui, il secondo posto del Milan dietro all’Inter (in vista del derby) non sarebbe un fallimento

Nonostante questo assunto faccia parte del racconto intorno al club rossonero delle ultime settimane, per Arrigo Sacchila stagione del Milan non va giudicata in base al risultato del derby contro l’Inter“. In un editoriale sulle colonne della Gazzetta dello Sport, l’ex allenatore del Milan ha spiegato perché il secondo posto dietro all’Inter “non sarebbe certo da classificare come un fallimento“.

Sacchi spiega

Per Arrigo Sacchi, pensarla in questo modo equivale a fare “un errore madornale, un’ingiustizia nei confronti dei protagonisti“. Questo perché, spiega l’ex allenatore rossonero, “un piazzamento alle spalle dell’Inter non sarebbe certo da classificare come un fallimento, soprattutto se si considera la grande rivoluzione estiva operata sul mercato e le conseguenti difficoltà incontrate nell’assemblare il gruppo“.

Poi entra in gioco l’Europa League, un traguardo che “non è mica da mettere in secondo piano” visto e considerato che “è un trofeo che nessun club italiano ha mai vinto“. Il derby, chiude Arrigo Sacchi, andrebbe semmai visto in ottica europea: “Arriva proprio dopo la gara di ritorno contro la Roma per i quarti di Europa League, bisogna valutare con attenzione quante energie si sono spese e come recuperarle in fretta“.

Ultime news

Notizie correlate