Milan, Impallomeni: “Thiago Motta come Liedholm, così soddisferebbe i tifosi”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervistato a TMW Radio, Stefano Impallomeni ha parlato del prossimo allenatore del Milan, soffermandosi sul profilo di Thiago Motta

Intervenuto durante la trasmissione “Maracanà” su TMW Radio, l’ex calciatore e giornalista Stefano Impallomeni ha parlato del futuro allenatore del Milan, soffermandosi sul nome di Thiago Motta.

Impallomeni sul prossimo allenatore

Milan, ora si deve fare una scelta sul tecnico:
“E’ un bel rebus. Lopetegui non mi convince, Sarri è un allenatore di personalità, molto sincero, ma è difficile da gestire. Conte lo conosciamo, Fonseca è la sorpresa”.

De Zerbi?
“No, io vedrei bene Thiago Motta. Stile alla Liedholm, poi i tifosi del Milan sono abituati a vedere giocare bene la squadra. Thiago Motta potrebbe mettere d’accordo tutti. Ma è già promesso alla Juve? Magari sì, ma devi inseriti. Ho visto un Furlani molto determinato e mi aspetto un rilancio del Milan in maniera importante. Devi fare poco, più in difesa”.

E se Motta rimanesse a Bologna?
“Lo escludo. Sarebbe qualcosa di clamoroso. E’ l’uomo del momento e tutti si chiedono dove andrà. Sarebbe una storia romantica e bellissima ma anche un grande rischio per lui. E’ il momento in cui deve prendere il volo. Arriva un momento della carriera in cui devi saper crescere, come ha fatto Simone Inzaghi”.

Ultime news

Notizie correlate