Milan, i dubbi di Toni su Ibrahimovic: “Non so se lo vedo bene” Poi si spiega

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

L’ex bomber Luca Toni ha parlato di Zlatan Ibrahimovic e del suo nuovo ruolo da dirigente del Milan: ecco perché non è convinto

Dalla prossima stagione, il Milan perderà due leader di esperienza nello spogliatoio, Olivier Giroud e Simon Kjaer: dell’attaccante francese e del nuovo ruolo di Zlatan Ibrahimovic nella dirigenza rossonera ha parlato l’ex bomber Luca Toni in un’intervista a Tuttosport. A tal proposito, dopo aver consigliato ai rossoneri due colpi di calciomercato, Toni ha espresso qualche dubbio sullo Zlatan Ibrahimovic dirigente del Milan: piacerà allo svedese?

“Non so se lo vedo bene…”

Partendo dall’addio di Olivier Giroud, Toni ha sottolineato che il francese “è un professionista serio, fa gol, assist, è un esempio per i giovani per la voglia che ci mette“. Per il Milan “va via una pedina importante, uno che aveva peso: il solo dire Giroud fa paura alle difese avversarie, come era stato per Ibra“. A proposito di Ibrahimovic e del suo nuovo ruolo da dirigente del Milan, Toni ha dichiarato: “Non so se lo vedo bene, sono quei ruoli in cui non sei più il campione che eri in campo. Mi spiego: bisogno vedere se gli piace, lui è una presenza importante, può dare gli stimoli e consigli giusti, ma in campo, purtroppo per il Milan, non ci andrà più Zlatan“.

Ultime news

Notizie correlate