Milan, Ibrahimovic: “I social un gioco, non parliamo tanto per…”

I più letti

Uno dei temi più criticati a questa società del Milan è l’aspetto comunicativo, sul quale è intervenuto oggi Zlatan Ibrahimovic in conferenza stampa

Zlatan Ibrahimovic ha risposto a diverse domande durante la conferenza stampa di inizio stagione del Milan. Tra i temi trattati anche l’aspetto comunicativo, duramente criticato da tifosi e addetti ai lavori negli ultimi mesi. Per lo Svedese i social sono solo un gioco, mentre è importante parlare solo nel momento in cui c’è realmente qualcosa da dire, soprattutto per mantenere coerenza tra dichiarazioni e fatti.

Social, dichiarazioni e tifo

La prima dichiarazione di Ibrahimovic sull’aspetto comunicativo riguarda l’utilizzo dei social, dove lo Svedese spesso risulta criptico e poco chiaro: “Non lo so, o seriamente o no. Per me i social media sono fonte di divertimento e li utilizzo, mando messaggi diretti o indiretti… Come quando i giornalisti giocano, gioco anche io. Ma quando lo faccio arrivo a 100 milioni, quando lo fanno i giornalisti…

In seguito Ibrahimovic risponde alla domanda che riguarda la sua poca presenza davanti ai microfoni, spiegando come “Per parlare devi avere le cose da dire. Non siamo un talk show, un podcast: si comunica quando c’è qualcosa da dire, quando c’è qualcosa di concreto e ufficiale. Poi so che in Italia farsi vedere davanti alle telecamere è importante, ma non è il mio modo di lavorare. Non è uno show, non sono entrato per risolvere tutto. L’importante è l’unità e la comunione di intenti. Se uno parla e poi le cose non succedono… non è il mio modo di lavorare.”

Ultime news

Notizie correlate